- L'Ancora Online - http://www.ancoraonline.it -

Terza edizione per “Riflessi di scrittura”

SAN BENEDETTO DEL TRONTO– Le sedi che hanno accolto la prova di sabato sono state l’IIS Capriotti di San Benedetto del Tronto, l’ITIS Montani di Fermo e l’IIS Da Vinci di Civitanova Marche come previsto dal regolamento, ad esse si sono aggiunte l’IIS Fazzini-Mercantini di Grottammare, il Liceo classico Leopardi di San Benedetto del Tronto, l’IPSIA di San  Benedetto del Tronto, il ITCG Carducci-Galilei di Fermo, a causa dell’elevato numero di iscritti che per questa terza edizione ha quasi raggiunto le 200 unità appartenenti a 25 scuole diverse.

L’intento è quello di appassionare i ragazzi alla scrittura e chissà, magari contribuire allo spuntare di qualche talento narrativo del prossimo decennio.

Gli ideatori dell’iniziativa sono rimasti, come per gli altri anni, Fabrizia Pompei (presidente dell’Associazione culturale In-divenire) e Francesco Tranquilli (scrittore). Invariata la collaborazione con l’Associazione culturale Altidona Belvedere (presidente Pacifico D’Ercoli) di Altidona (Fermo) e, per quest’anno, è giunto anche il sostegno dell’Associazione Piccola Ribalta di Civitanova Marche.

Importante il supporto degli Assessorati alla Cultura  del Comune di Civitanova Marche, del Comune di San Benedetto del Tronto e della Provincia di Fermo.

Anche per questa terza edizione è risultato fondamentale l’apporto di privati quali Eurocot Spa,  BCC Picena, Inim Electronics e l’ASD San Giuseppe.

Di particolare prestigio per gli organizzatori la partecipazione all’iniziativa di “Casa Leopardi” di Recanati.

Come per gli anni passati, i vincitori riceveranno premi in denaro. Per tutti i partecipanti è previsto un attestato di partecipazione.

Profondamente rinnovati, rispetto agli altri anni sono la formula del concorso e il meccanismo di valutazione.

Ai concorrenti sono stati proposti alcuni spunti fotografici a cui ispirarsi per sviluppare un racconto il cui tema e intreccio sono stati a libera scelta del concorrente, da sviluppare fino ad un massimo di 3000 battute (spazi esclusi).

La stesura del testo è stata fatta al computer . Gli Istituti che hanno accolto la prova hanno messo a disposizione un pc da tavolo per ogni partecipante.

Le giurie, che saranno due e indipendenti, assegneranno quattro primi premi.

Una Giuria Tecnica, coordinata da Francesco Tranquilli e Fabrizia Pompei, e composta da note personalità, tra le quali lo scrittore Maurizio De Giovanni, il giornalista e critico letterario Valerio Calzolaio, lo scrittore Angelo Ferracuti, il fotografo Ennio Brilli, la prof.ssa Gianna Angelini, docente di Semiotica presso la Facoltà di Scienze
della comunicazione dell’Universita’ di Macerata e altri, che decreterà un racconto vincitore tra i 10 migliori per ogni provincia.

Contemporaneamente si attiverà la Giuria degli Amici, formata da compagni di scuola dei concorrenti (due per istituto) che decreterà, invece, un solo vincitore per tutte e tre le province.