Terza edizione per “Riflessi di scrittura”

Condividi questo articolo sui social o stampalo

SAN BENEDETTO DEL TRONTO– Le sedi che hanno accolto la prova di sabato sono state l’IIS Capriotti di San Benedetto del Tronto, l’ITIS Montani di Fermo e l’IIS Da Vinci di Civitanova Marche come previsto dal regolamento, ad esse si sono aggiunte l’IIS Fazzini-Mercantini di Grottammare, il Liceo classico Leopardi di San Benedetto del Tronto, l’IPSIA di San  Benedetto del Tronto, il ITCG Carducci-Galilei di Fermo, a causa dell’elevato numero di iscritti che per questa terza edizione ha quasi raggiunto le 200 unità appartenenti a 25 scuole diverse.

L’intento è quello di appassionare i ragazzi alla scrittura e chissà, magari contribuire allo spuntare di qualche talento narrativo del prossimo decennio.

Gli ideatori dell’iniziativa sono rimasti, come per gli altri anni, Fabrizia Pompei (presidente dell’Associazione culturale In-divenire) e Francesco Tranquilli (scrittore). Invariata la collaborazione con l’Associazione culturale Altidona Belvedere (presidente Pacifico D’Ercoli) di Altidona (Fermo) e, per quest’anno, è giunto anche il sostegno dell’Associazione Piccola Ribalta di Civitanova Marche.

Importante il supporto degli Assessorati alla Cultura  del Comune di Civitanova Marche, del Comune di San Benedetto del Tronto e della Provincia di Fermo.

Anche per questa terza edizione è risultato fondamentale l’apporto di privati quali Eurocot Spa,  BCC Picena, Inim Electronics e l’ASD San Giuseppe.

Di particolare prestigio per gli organizzatori la partecipazione all’iniziativa di “Casa Leopardi” di Recanati.

Come per gli anni passati, i vincitori riceveranno premi in denaro. Per tutti i partecipanti è previsto un attestato di partecipazione.

Profondamente rinnovati, rispetto agli altri anni sono la formula del concorso e il meccanismo di valutazione.

Ai concorrenti sono stati proposti alcuni spunti fotografici a cui ispirarsi per sviluppare un racconto il cui tema e intreccio sono stati a libera scelta del concorrente, da sviluppare fino ad un massimo di 3000 battute (spazi esclusi).

La stesura del testo è stata fatta al computer . Gli Istituti che hanno accolto la prova hanno messo a disposizione un pc da tavolo per ogni partecipante.

Le giurie, che saranno due e indipendenti, assegneranno quattro primi premi.

Una Giuria Tecnica, coordinata da Francesco Tranquilli e Fabrizia Pompei, e composta da note personalità, tra le quali lo scrittore Maurizio De Giovanni, il giornalista e critico letterario Valerio Calzolaio, lo scrittore Angelo Ferracuti, il fotografo Ennio Brilli, la prof.ssa Gianna Angelini, docente di Semiotica presso la Facoltà di Scienze
della comunicazione dell’Universita’ di Macerata e altri, che decreterà un racconto vincitore tra i 10 migliori per ogni provincia.

Contemporaneamente si attiverà la Giuria degli Amici, formata da compagni di scuola dei concorrenti (due per istituto) che decreterà, invece, un solo vincitore per tutte e tre le province.

 

Condividi questo articolo sui social o stampalo

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *