Un corso di psicomotricità e di logopedia per i bambini della scuola di Cupra Marittima

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Immagine di repertorio

CUPRA MARITTIMA –  Sono già iniziati e sono stati molto apprezzati dai genitori degli alunni cuprense. Si tratta del corso di logopedia e del corso di psicomotricità organizzato per la prima volta quest’anno dalla dirigente scolastica dell’Istituto Scolastico Gelsomina Viscione, in collaborazione con l’assessore alla cultura Luciano Bruni, l’assessore ai servizi sociali Anna Maria Cerolini e l’assessore allo sport Alessandro Carosi. Il corso di logopedia è tenuto dalla dottoressa Maria Giulia Treggiari mentre il corso di psicomotricità dalla dottoressa Elisa Pignotti. Spiega la Viscione: «Per quanto riguarda il corso di logopedia la dottoressa ha sottoposto a screening i bambini tra i 4 e i 5 anni, i bambini della scuola d’infanzia e della prima classe della scuola elementare, il tutto allo scopo di individuare l’esistenza di elementi indicativi di disturbi e di come intervenire a riguardo. Di conseguenza nei casi di maggior risalto ai  bambini verrà consigliato un approfondimento diagnostico, naturalmente dopo un colloquio con i genitori. L’intervento della logopedista viene quindi strutturato a seconda del contesto e della situazione. Ritengo questo corso molto importante poiché già all’età di tre anni i bambini possono presentare uno sviluppo del linguaggio rallentato. Con un intervento precoce si possono rendere da subito consapevoli i genitori e operare con i giusti mezzi a disposizione». Prosegue ancora la dirigente: «Con il corso di psicomotricità si vuole cercare di individuare i bambini con problemi riguardanti il relazionarsi con lo spazio, il coordinamento e tutti quegli elementi fondamentali per un corretto sviluppo sensoriale.
Nei confronti degli alunni della materna e delle elementari si cercherà di intervenire in maniera adeguata cercando di capire il disagio interiore, la timidezza, insomma tutta quella sfera che va oltre l’attività motoria.
Anche in questo caso, qualora si dovessero evidenziare delle problematiche particolari verranno coinvolti genitori e insegnati, proprio per capire come è meglio agire nei confronti del bambino». Attività che si rivelano utili per una corretta crescita dei bambini, affrontando la scoperta delle problematiche come un gioco, proprio per la salvaguardia della serenità a cui tutti hanno diritto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *