Teatro della Parola, Lucilio Santoni e storie di gatti

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

GROTTAMMARE – Venerdì 25 Gennaio al Teatro dell’Arancio va in scena il libro di Lucilio Santoni “Come spuntano le ali sul dorso dei gatti”, con Maria Egle Spotorno (voce recitante), musiche composte da Francesca Virgili ed eseguite dal Laboratorio Ensemble

Storie di gatti. Racconti teneri e commoventi che hanno come protagonisti gli  amici felini. Gatti che hanno nel dna la saggezza degli uomini saggi e la dissolutezza degli uomini dissoluti, ma forse con una maggiore felicità del vivere. Un rispecchiarsi profondo tra l’umano e il gattesco, che si riconoscono in un cammino comune, fatto di gioie e di dolori, di comunicazione e affetto reciproco. 

Nel libro di Lucilio Santoni, la vita dei gatti è raccontata dal loro punto di vista “e basta abbandonarsi a quello sguardo magico, per capire qualcosa di più della vita e del mondo. Gatti parlanti, gatti filosofi, gatti rubacuori, gatti innamorati, gatti domestici, gatti selvatici, gatti romantici. Intelligenti, furbi, ruffiani, coccolosi, morbidi, paurosi e angelici i gatti non deludono mai. Questo sembra essere il messaggio finale delle favole moderne raccontate dallo spettacolo”. 

La stagione del Teatro della Parola è organizzato dall’assessorato alla Cultura con la direzione artistica dell’associazione L’onagro e della Fondazione Gioventù musicale d’Italia.

Inizio spettacoli ore 21.30, ingresso libero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *