Martinsicuro, sistemazione del lungomare: la parola al Sindaco

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

MARTINSICURO – L’Amministrazione Comunale, in vista della stagione estiva, fa il punto della situazione circa gli interventi, che andranno ad interessare la città di Martinsicuro; in particolare per ciò che riguarda il lungomare, ivi compresa la zona del porto e le aree limitrofe, nonché il centro per la pesca e la riqualificazione della passeggiata.

In una nota istituzionale il Sindaco cita le migliorie, che saranno apportate al riassetto del tratto di lungomare compreso tra Martinsicuro e Villa Rosa. Parola d’ordine funzionalità, tenendo sempre in considerazione la realtà costiera sulla quale ci si appresta ad intervenire.

“L’idea di un nuovo lungomare non può prescindere dalla valorizzazione dell’area portuale e dalla riqualificazione dell’approdo.”- afferma Camaioni. L’amministrazione comunale, infatti, punta al recupero della zona Approdo, con l’obiettivo di renderla più pulita, ordinata e fruibile da un punto di vista turistico e commerciale. Al fine di andare incontro alle esigenze pratiche della nostra marineria, si è provveduto a regolamentare le procedure di usufrutto dei box per la pesca, abbassando il prezzo d’affitto e favorendo altresì la rimozione delle attrezzature per la pesca dall’arenile.

Di seguito, riportiamo gli interventi, che l’Amministrazione Comunale si è ripromessa di intraprendere prima dell’inizio della bella stagione:

  • Entro il prossimo trimestre, sarà varato il nuovo regolamento per le barche da pesca professionale e per i natanti da diporto, posizionati nel tratto di spiaggia compreso tra il Docup e l’Hotel Sympathy;
  • Entro il mese di Marzo, si procederà ad una pulizia radicale della zona, attraverso la rimozione di tutti i detriti e della vegetazione infestante, cresciuta spontaneamente lungo il perimetro dell’Approdo;
  • Ci stiamo attivando con la Regione, per verificare la disponibilità di fondi necessari per il dragaggio dell’Approdo, al fine di favorire l’afflusso di acqua e rendere più agevole il varo delle imbarcazioni;
  • Saranno rimossi tutti i materiali e le imbarcazioni inservibili depositate sull’arenile, conformemente alle ordinanze vigenti;
  • Sarà razionalizzato l’uso della fontana pubblica (di proprietà comunale), attraverso l’impiego di apposite schede nominative;
  • Sarà realizzato un recinto in muratura su tutta la zona portuale come da progetto esistente; per cui si procederà al posizionamento di una barra elettronica azionabile attraverso l’uso di scheda magnetica nominativa, al fine di limitare l’accesso degli automezzi solo ai casi di estrema necessità;
  • Saranno posizionati nella zona almeno due bagni chimici ed altrettante docce;
  • Si provvederà, entro i prossimi mesi, a disciplinare l’impiego delle bilance attraverso apposito regolamento.

Tra gli obiettivi c’è anche il controverso aspetto, che riguarda la riqualificazione del lungomare. E’ previsto, infatti, il riassetto della passeggiata, grazie ad una pavimentazione esteticamente e funzionalmente adatta ad una cittadina turistica, senza dimenticare quegli interventi necessari ad un rafforzamento e ampliamento degli spazi dedicati alla pista ciclabile.

L’arredo urbano godrà di nuova vita, grazie all’installazione di panchine e di un nuovo ed efficiente impianto d’illuminazione, che andrà a sostituire i vecchi lampioni.

“Occorre rimodulare gli spazi adibiti a marciapiede attraverso il posizionamento di una pavimentazione più idonea ad una località turistica; si lavorerà per ampliare gli spazi destinati alla pista ciclabile e per rinnovare l’arredo urbano, iniziando dalle panchine e dalla pubblica illuminazione che va resa più efficiente e funzionale prevedendo sia la sostituzione dei lampioni attuali che il posizionamento di faretti di superficie.” – sostiene Camaioni.

E’ prevista, inoltre, la creazione di strutture ricettive eco-friendly dedicate allo sport e al tempo libero, senza trascurare, ovviamente, la componente floristica del biotopo costiero.

“Si pensa, inoltre, ad abbellire il patrimonio arboreo ed a sistemare fontane decorative lungo la passeggiata; riteniamo anche necessaria la sostituzione della siepe (ormai non più presentabile) con un muretto a mattoncini quanto meno nei tratti centrali di Martinsicuro e Villa Rosa. La porzione compresa tra i campeggi di Martinsicuro e la prima rotonda di Villa Rosa dovrà, a nostro giudizio, essere oggetto di interventi mirati che, con il coinvolgimento dei privati (accordi di programma), tengano conto della possibilità di insediare servizi per lo sport ed il tempo libero nella fascia compresa tra il lungomare attuale e la strada parallela che pensiamo di prevedere in sede di rivisitazione del PRG e che porteremo a compimento, come indicato nelle proposte di variante presentate a suo tempo. Questi propositi dovranno armonizzarsi con l’obiettivo di definire i comparti turistici, andando a prevedere strutture leggere, a bassa cubatura che, insieme all’insediamento di aree verdi ben curate potranno dare alla nostra Città un’immagine turistica di ottimo livello.” – afferma il Sindaco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *