EuropAs Passaporto Digitale opportunità per i giovani del Piceno

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

PROVINCIAIl Piceno si conferma leader a livello nazionale nelle buone prassi per le Politiche Giovanili. E’ stato infatti finanziato dall’UPI (Unione Province d’Italia) con oltre 127 mila euro, nell’ambito del bando denominato “Azione Province Giovani”, il progetto dal titolo “EuropAs – Passaporto Digitale di Ascoli in Europa” promosso dalla Provincia in partenariato con il Comune di Ascoli e il Consorzio Universitario Piceno (CUP). All’iniziativa, il cui importo complessivo supera i 199 mila euro, collaborano tre associazioni del territorio: Fly Communication, Dimensione Ascoli e Ascoli da Vivere.

Il Progetto è stato presentato a palazzo San Filippo dal Presidente della Provincia Piero Celani, dal Vice Presidente Pasqualino Piunti, dall’Assessore alle Politiche Giovanili del Comune di Ascoli Massimiliano Brugni e dal Direttore del Cup Pierluigi Raimondi.

“L’approvazione di questo progetto costituisce un’ottima opportunità per i giovani del Piceno e testimonia la capacità della Provincia di stimolare e guidare le iniziative che favoriscono la loro partecipazione alla vita istituzionale e sociale del proprio territorio – ha dichiarato l’Assessore Piunti – con lo spirito di far nascere una cultura europea mettendo a disposizione dei ragazzi risorse ed informazioni e, in questa prospettiva, la nostra Provincia è tra quelle poche in Italia dotate di un ufficio Eurodesk sito a San Benedetto”.

“Il progetto EuropAs ha l’obiettivo di selezionare giovani da inserire in un percorso formativo per la creazione di profili specializzati nella comunicazione via web – ha spiegato il Presidente Celani – si tratta questo di un ulteriore tassello di tutte quelle progettualità che la Provincia di Ascoli Piceno, anche in sinergia con altri enti ed associazioni, ha messo in campo a vantaggio delle giovani generazioni all’insegna di tre parole chiave: formazione, informazione e comunicazione. Un’azione non meno importante di servizi per la collettività come costruire strade o provvedere alla manutenzione di scuole o infrastrutture. Mi auguro – ha concluso Celani – che le nuove tecnologie, e altre modalità di interazione informatica non escludano mai la comunicazione personale che è quella più importante ed educativa ed anche in questo senso sensibilizziamo i giovani”.

L’Assessore Brugni ha ricordato le proficue collaborazioni con la Provincia di Ascoli con i progetti “Gimbus” e “Gins” (sviluppato insieme alle Province di Verona e Piacenza) sulla sicurezza stradale, il progetto “Green Generation” sulle politiche ambientali insieme alle Province di Matera e Foggia.

Il Direttore del Cup Raimondi è quindi entrato nei dettagli tecnici “a breve uscirà l’avviso pubblico per la selezione dei beneficiari del progetto: 10 donne e 5 uomini, di età compresa fra i 19 e 30 anni, che seguiranno un corso di 72 ore e un tirocinio di 120 ore con la possibilità di percepire un rimborso forfettario di 1.000 euro”.

La dott.sa Maura Romano dell’associazione Melting Pro responsabile del progetto ha sottolineato che “tra i risultati attesi c’è la realizzazione di format audiovisivi su temi legati alle politiche europee, la pubblicazione di un e-book e la costruzione di un portale web alimentato dai giovani partecipanti al corso nonché l’allestimento di 3 spettacoli teatrali che si terranno in diverse scuole superiori della provincia”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *