Riparte il 33^ Inverno Teatrale Cuprense

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

CUPRA MARITTIMA – Riparte alla grande il 33° Inverno Teatrale Cuprense, una delle rassegne di teatro amatoriale più longeve delle Marche, ma anche tra le più prestigiose. “Ancora una volta ringrazio il gruppo organizzatore -ha sottolineato nel corso della conferenza stampa di presentazione il sindaco di Cupra Marittima Domenico D’Annibali-  Il teatro è un modo per superare l’individualismo e per socializzare. Le compagnie vengono accolte molto bene dal nostro gruppo, vengono assistite con amicizia, per questo vogliono tornare”. Le commedie inizieranno ogni venerdì a partire dal 18 gennaio fino al 1 marzo, saranno sette in tutto, con quella finale tutta dedicata al cabaret. L’assessore alla Cultura Luciano Bruni ha ribadito : “..La rassegna contribuisce alla cultura, alla didattica, stimola i giovani. Il teatro affronta il riso e il dramma e quindi è vita, rappresentazione della realtà. E’ molto di più di una semplice rassegna di teatro”. Franco Regi, una, se non “la” pietra miliare storica dell’Inverno teatrale cuprense, ha spiegato che “…Al tempo la rassegna nacque per un intento culturale e ricreativo, fu scelto di farla in inverno per vivacizzare un periodo morto. Nel teatro si ride, si piange, si finge: è una metafora della vita. Abbiamo avuto non solo compagnie amatoriali, pur sempre di ottimo livello, ma anche professionali e semi-professionali, come la Pantakin di Venezia o Il Teatro dei Picari, o La Compagnia della Rancia.
Oggi siamo attestati tra le più prestigiose rassegne amatoriali marchigiane”.
“Il nostro lavoro – ha aggiunto Emilio Lanciotti – inizio’ oltre 30 anni fa e oggi vorremmo che fosse un gruppo di giovani a prendere in mano la Rassegna, ricordiamo inoltre che a suo tempo, l’idea di un Inverno Teatrale fu lanciata dall’Avis”. Presente anche l’annunciatrice-presentatrice storica dell’Inverno teatrale a Cupra: la bella Angela Cesarini. “Vogliamo ricordare, ha aggiunto il sindaco, altri volontari che si impegnano, come Umberto Giandomenico e Vincenzo Diomede e sottolineare l’aspetto cordiale e lo spirito di amicizia collaborativa che caratterizza questa Rassegna”. Venerdì 18 gennaio per la Compagnia “La bottega del sorriso” di Basciano ( Abruzzo) andrà in scena: “Pijémoce nu cafè” di Enzo D’Angelo e Tonino Ranalli; Il 25 gennaio per la “Compagnia dell’Arco fermano” sarà la volta di “La cicogna si diverte” di André Roussin; Il 1 febbraio per “Il Teatro dei Picari” di Macerata sarà in scena :”Del Don Giovanni”, una rivisitazione di Francesco Facciolli. Venerdì 8 febbario per la Compagnia “Settemmezzo” di Ripatransone andrà in scena “La belladi mammà” di Germano Benincaso”, il 15 febbraio per il gruppo: “A.Gubinelli” di San Severino Marche sarà la volta di “Natale a casa de sor Ansermo” di Amedeo Gubinelli, venerdì 22 febbraio per “I liberi Teatranti” di Cupra Marittima andrà in scena “Come si rapina una banca” di Samy Fayad e infine gran finale scoppiettante il 1 marzo con la “Compagnia dell Foglie” di Ascoli Piceno con “Bentornato varietà”. L’inizio spettacoli è alle 21,15 presso la sala della Comunità di Cupra Marittima (Cinema Margherita) e la rivendita sia degli abbonamenti ( € 45 intero e 35 ridotto- fino a 14 anni e oltre 65) è presso la Tabaccheria “Massarenti”, tel. 0735 777350.
Ogni singolo ingresso costa € 8 ( intero) e € 6 (ridotto).


Susanna Faviani

Giornalista pubblicista dal '98 , ha scritto sul Corriere Adriatico per 10 anni, su l'Osservatore Romano , organo di stampa della Santa Sede per 5 anni e dal 2008 ad oggi scrive su L'Avvenire, quotidiano della CEI. E' Docente di Arte nella scuola secondaria di primo grado di Grottammare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *