Sarà mobilitazione di protesta a favore della città e contro il deposito di Stoccaggio del Gas

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Riceviamo da Elio Core in nome e per conto della conferenza dei Presidenti dei Comitati di Quartiere e l’ass.ne Ambiente e Salute nel Piceno e pubblichiamo:
“In data 7 Gennaio 2013 la conferenza dei Presidenti dei comitati di quartiere si è riunita congiuntamente con l’ass.ne Ambiente e Salute nel Piceno per definire le modalità organizzative di una manifestazione civica dei residenti per esprimere una ferma contrarietà all’impianto di stoccaggio gas San Benedetto del Tronto”.

Poiché in data 26 gennaio in zona Agraria, presso la palestra Sabatino D’Angelo, la predetta associazione ha organizzata un confronto pubblico tra i candidati alle prossime elezioni politiche, dei diversi schieramenti, in merito all’argomento, è stato deciso di organizzare in una marcia di protesta per il giorno sabato 2 febbraio 2013.

La manifestazione consisterà in un corteo di protesta che avrà come punto di ritrovo il piazzale Comunale di Viale De Gasperi, per poi snodarsi lungo viale de Gasperi – Via M. Curzi, fino alla via Secondo Moretti per poi concludersi in P.zza Giorgini.
Nel punto di arrivo si posizionerà un palco dal quale concludere La manifestazione.

Alla marcia saranno invitati a partecipare tutti i rappresentanti politico istituzionali del territorio che potranno, con la propria presenza, testimoniare la propria contrarietà all’impianto.

Sono altresì invitati tutti i cittadini, sia in forma libera che associata, anche attraverso le scolaresche, i gruppi sportivi ed ogni altra organizzazione civica.

La manifestazione ha lo scopo di rafforzare la contrarietà del territorio alla realizzazione dell’impianto e ciò, soprattutto, alla luce del parere favorevole espresso in data 18 dicembre 2012 dalla Commissione Tecnica Regionale che ha avviato un iter autorizzativo in barba alla volontà popolare che non è mai stata rappresentata nei tavoli decisionali.

Vista la tipologia della manifestazione puramente civica e partecipativa ed il periodo preelettorale, sarà vietato esporre simboli dei partiti, slogan partitici e quanto non sia esclusivamente la sola contrarietà all’impianto o quanto definito e concordato con gli organizzatori”.

In seguito maggiori dettagli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *