Interventi per la famiglia, ecco i contributi della legge 30

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

SAN BENEDETTO DEL TRONTO– E’ stato pubblicato il bando per accedere ai contributi a sostegno della famiglia per l’anno 2012 previsti dalla legge regionale n. 30/98.

E’ possibile fare domanda per:

1) nascita e adozioni di figli nell’anno 2012 (contributo di euro 500);

2) superamento disagio economico (contributo di euro 500);

3) rimborso polizze infortunistiche domestiche  a chi svolge il lavoro domestico in modo esclusivo stipulate nell’anno 2012 (contributo unitario pari ad euro 100,00 o, se inferiore, al costo della polizza).

Possono presentare domanda  cittadini residenti nel Comune di San Benedetto del Tronto almeno dal 1° gennaio 2012 che appartengano ad un nucleo familiare con Indicatore della Situazione Economica Equivalente (I.S.E.E.) dell’anno 2012 (redditi d’imposta anno 2011) non superiore a 10.000 euro. Per le famiglie che hanno tre o più figli, questo limite è elevato a 13.000 euro.

Per ciascuna tipologia di intervento sarà predisposta una graduatoria, dando priorità alle seguenti categorie:

– Famiglie con almeno tre figli con I.S.E.E. fino a € 13.000,00;

– Donne non coniugate in stato di gravidanza e ragazze madri con figli in presenza di situazioni di disagio sociale ed economico con I.S.E.E. fino a € 10.000,00.

I contributi saranno erogati fino a concorrenza delle risorse disponibili. Laddove pervenisse un numero inferiore di richieste rispetto ai potenziali beneficiari, la somma rimanente sarà assegnata direttamente all’intervento “Superamento Disagio Economico”.

La domanda, redatta su apposito modulo in distribuzione presso l’Ufficio Relazioni con il Pubblico ed il Settore Servizi alla Persona ovvero disponibile sul sito internet comunale all’indirizzo http://www.comunesbt.it alla voce “bandi” può essere presentata al Protocollo Generale (piano terra del Municipio di Viale De Gasperi 124)  oppure inviata con raccomandata A/R (farà fede il timbro postale) entro venerdì 8 febbraio 2013.

Per ulteriori informazioni, gli interessati possono rivolgersi al Settore Servizi alla Persona, tel. 0735/794554 – 794516.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *