Di presepe in presepe: si conferma la vocazione presepiale di Monteprandone

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

MONTEPRANDONE – L’atmosfera natalizia a Monteprandone si percepisce molto prima rispetto ai canonici giorni di festa. Sin dall’annuale ricorrenza del Santo Patrono, San Giacomo della Marca i festeggiamenti natalizi sono introdotti dalle luminarie, installate per iniziativa dell’Amministrazione  Comunale, a rallegrare le rue medioevali del vecchio incasato.

Entrando da Porta da Mare, in via Limbo troviamo il tradizionale presepe nella caratteristica rua medievale, allestito come di consueto dal 1970 a opera dell’Associazione Pro Loco: nei locali presenti nella via sono riprodotti, con dovizia di particolari, gli ambienti  di vita paesana di un tempo in cui le voci maggiori  dell’economia monteprandonese erano costituite da agricoltura  e artigianato.

Proseguendo per Via Corso, è visitabile la mostra dei presepi artistici nei locali del centro culturale comunale “Palazzetto Parissi”, mostra patrocinata dall’Amministrazione Comunale a cura de l’Associazione culturale “Mons. Eugenio Massi” in collaborazione con l’associazione “Segui la cometa”. Sono presenti delle interessanti creazioni artistiche presepiali provenienti dai diversi paesi della regione e d’Italia. I maestri prespepiari si presentano con realizzazioni degne di nota in cui la creatività, nel rispetto della tradizione, è la protagonista principale. La mostra dei presepi artistici è vistabile tutti i giorni dalle 16,00 alle 19,00. Da oltre vent’anni inoltre, l’Associazione culturale “Mons. Eugenio Massi” è attiva nella promozione del presepe, coinvolgendo in un concorso gli alunni delle scuole del territorio.

La bella e importante tradizione del presepe è presente anche nelle Parrocchie del territorio: il Santuario di San Giacomo della Marca, nel suo chiostro propone il mega presepe meccanico realizzato dall’appassionato Fra Carlo che grazie alla collaborazione di alcuni fedeli anche quest’anno ha realizzato una vera e propria opera scenica  presepiale.

Accanto alle installazioni è possibile visitare nei giorni 5 e 6 gennaio 2013, dalle 16,00 alle 18,30 la locale rete museale, costituita dal museo monotematico “San Giacomo della Marca” presso il Santuario San Giacomo della Marca, dalla “Civica libreria dei codici di San Giacomo della Marca” presso i locali di Palazzo Parissi, e dal museo parrocchiale di “Arte Sacra” presso la Chiesa Colleggiata di San Niccolò di Bari nel centro storico.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *