Cena sociale della Misericordia

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

GROTTAMMARE – Cena Sociale 2012 e Consegna del Premio U.R.P.I.G. “Alberto Perozzi” anno 2011
Sabato 22 Dicembre 2012 all’Hotel Parco dei Principi di Grottammare si è tenuta la tradizionale Cena Sociale dei Confratelli della scrivente per lo scambio degli Auguri natalizi, alla presenza di Autorità, Volontari e Associazioni dedite all’ assistenza socio-sanitaria.

Erano presenti:
Piero Celani (Presidente Provincia di Ascoli P.),
Pasqualino Piunti (Vice Presidente Provincia di Ascoli P.),
Filippo Olivieri (Assessore Provinciale),
Simone Splendiani (Assessore Comune di Grottammare),
Gualtiero Spessotto (Consigliere Nazionale delle Misericordie d’Italia),
Alessandro D’Amato (Vice Presid. Conferenza delle Misericordie di Marche-Abruzzo-Molise), Alberto De Angelis (Vice Presidente dell’ Associazione U.R.P.I.G.)
Anche rappresentanze del 118, dell’ Ospedale Civile di San Benedetto Tr. e le Cooperative dedite all’assistenza: Cediser L’Arcobaleno di S.Benedetto Tr., La Picena di Grottammare e Casa Lella di Grottammare.

Folta la rappresentanza del Volontariato del Trasporto Sanitario: le Misericordie di Ancona (nata da poco), Montegiorgio, S.Benedetto dei Marsi, Luco dei Marsi, Avezzano e, la più lontana, Pisa. Quindi le Pubbliche Assistenze: Croce Verde di S.Benedetto del Tronto e di Montefiore dell’ Aso, Croce Azzurra di Ripatransone e Croce Gialla di Monsampolo del Tronto.

Il Governatore della Misericordia di Grottammare, Alessandro Speca, ha colto l’occasione per focalizzare l’attenzione dei presenti sul Tavolo di lavoro (a cui Speca partecipa come Referente delle Marche per le Misericordie) istituito dalla Regione tra VOLONTARIATO-ASUR MARCHE-REGIONE MARCHE, iniziato il Settembre scorso, per stabilire il passaggio dal sistema forfettario a quello del “Rimborso dei costi effettivamente sostenuti dalle Associazioni” come prevede la normativa regionale. Dalla conclusione della trattativa, la cui scadenza che ci si era posti era del 30-11-2012, dipende la sopravvivenza del Volontariato del Trasporto Sanitario, che davanti a disponibilità inadeguate della Regione rischiano seriamente la chiusura. Per adesso sussistono purtroppo ancora distanze molto evidenti tra le parti e il 2013 è alle porte. La Regione porta la Spending Review come giustificazione alle sue proposte inadeguate rispetto alle esigenze delle Associazioni. Il Volontariato chiede che si rispetti e si dia attuazione alla legge regionale in materia e afferma con fermezza che un servizio vitale e prioritario come il soccorso sanitario non può pagare in modo così evidente gli effetti della Spending Review, anche perché gli standard strutturali e di attrezzature sanitarie delle ambulanze richiesti al Volontariato dalla Regione sono già molto costosi e continuano a crescere. L’invito dei rappresentanti federali del Volontariato alla Regione sull’intervenire in tagli di spesa in altri settori laddove esistono sprechi evidenti resta per ora inascoltato. Tuttavia il Volontariato terrà la trattativa aperta fino a quando sarà possibile, per tentare di trovare una soluzione anche all’ultimo momento. La sopravvivenza, anche di breve periodo, per Misericordie e Pubbliche Assistenze potrebbe essere notevolmente compromessa da un’ulteriore ritardo nell’accordo; l’eventualità di portare l’intero settore del Trasporto Sanitario verso le gare di evidenza pubblica è sempre più vicina e minacciosa per il Volontariato delle O.N.L.U.S. che non potrà prendervi parte per le proprie finalità non commerciali. I nuovi candidati attori, se si ricorresse al sistema delle gare, sono le aziende commerciali del settore con finalità di lucro, che non avvalendosi di Volontari ma solo di dipendenti presenteranno costi elevatissimi per l’ Ente che inevitabilmente sarebbero pagati dal cittadino contribuente: il Volontariato soccomberebbe e con esso il suo valore aggiunto di umanità, di cultura, di servizio disinteressato e a basso costo; un cittadino privato che richieda un’ ambulanza pagherebbe un conto molto salato se, in assenza del Volontariato, dovesse rivolgersi ad un’ azienda. Il rischio di questo nuovo eventuale scenario è molto reale.

Nel corso della serata è stato consegnato il PREMIO U.R.P.I.G. Una Riviera Per I Giovani “Alberto Perozzi” 2011 di cui la Misericordia assicura il patrocinio. Si tratta del recupero del Premio non consegnato lo scorso Dicembre 2011 per motivi organizzativi. Il riconoscimento alla migliore iniziativa a vocazione giovanile nei comuni dell’ Ambito Sociale n.21 è andato al Centro CEDISER L’ARCOBALENO di S.Benedetto del Tronto, una struttura validamente attiva in favore di persone in stato di disabilità per i quali si svolge una serie di attività educative, di sviluppo, di crescita e di attività formativa finalizzata anche all’inserimento lavorativo di questi giovani con difficoltà.
Nel Centro, molto grande e sviluppato, si svolgono anche attività pratiche di piccola manifattura come la realizzazione di vasi che vengono formati, dipinti con le più diverse fantasie e poi cotti nell’apposito forno. Il Centro sta inoltre partecipando con impegno ad un Progetto regionale sull’ Autismo, ospitando nei propri locali persone e giovani con queste difficoltà, ciascuna affiancata da un’operatore specifico e competente. Possiamo definire il CEDISER una struttura per i Giovani attraverso i Giovani. Alla delegata sig.ra Milena è stata consegnata quindi la targa-premio e il voucher per un soggiorno di 7 notti e 8 giorni per 2 persone offerto come da tradizione dalla Pertur Viaggi di S.Benedetto Tr. per il tramite di Francesco Maroni, genero del compianto Alberto Perozzi a cui dal 2008 è intitolato il riconoscimento.

La Cena Sociale si concludeva con la tradizionale estrazione a premi benefica con circa 80 premi e nel calore natalizio degli oltre 100 partecipanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *