Tutte le novità del Presepe di Grottammare, a tu per tu con Fabrizio Rosati

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

GROTTAMMARE – Abbiamo intervistato l’ideatore, non che cuore pulsante del Presepe di Grottammare Fabrizio Rosati. In questa breve intervista scopriremo la storia, le novità, gli orari migliori in cui visitare il presepe, ma anche delle vicende simpatiche e molto altro.

Fabrizio raccontaci una breve cronistoria del Presepe Vivente di Grottammare
Questa è la nona edizione, siamo partiti per realizzare un Presepe Vivente che coinvolgesse tutto il paese come normale rappresentazione.
Come comitato non pensavamo di poter arrivare a questi livelli, inoltre non ci saremmo mai aspettati di riuscire a supportare un lavoro (gratuito come volontari n.d.r.) di almeno tre mesi, per offrire ai visitatori sempre scene nuove e per rinnovarci ogni anno.
In particolare in questo nono anno abbiamo richieste di pullman di visitatori da tutta Italia, considerate che il nostro presepe è visitato da più di 10.000 persone.

Secondo te qual è l’orario migliore per visitarlo e quale è l’attesa
Ogni anno abbiamo un’attesa di circa un ora al massimo un ora e mezza di fila.
L’orario più suggestivo è alle 18, e quindi le persone che vogliono visitarlo in quell’orario dovrebbe arrivare alla fila intorno alle 16.30
A mio avviso vederlo di giorno e vederlo con il chiarore delle luci notturne è tutta un’altra cosa.

Quando ci sarà l’inaugurazione?
L’inaugurazione ci sarà il 26 dicembre alle ore 16.00 come ogni anno. Ringrazio tutte le autorità sia civili che religiose per il supporto dato.
Il presepe ricordiamo sarà visitabile il 26 dicembre l’1 e il 6 gennaio dalle ore 16.30 alle 19.00

Quali sono le novità per questo anno?
Il 26 dicembre inaugureremo sotto le logge di piazza Peretti, un quadro in ottone con tutte le monete dei 9 anni.
Vi ricordo che in questi anni all’ingresso del presepe abbiamo sempre distribuito dietro una gentile offerta le monete ricordo con il tema dell’anno.
Quest’anno è l’anno del censimento. Abbiamo deciso di andare per ordine di importanza, il primo anno la natività, i Magi, i Pastori, i Pescatori, il Tempio
Inoltre in questa edizione abbiamo ripristinato sul terreno offerto gentilmente dalla famiglia Perfetti, il lago con i pescatori, abbiamo ricreato sotto le mura il vecchio mulino ad acqua, abbiamo rimescolato le cantine… e il resto scopritelo voi.

Come sarà il percorso?
Ogni due o tre anni cerchiamo di cambiare il percorso, ci si alterna con l’inizio del presepe tra la parte alta e la parte bassa del paese alto di Grottammare

La natività dove sarà collocata?
La natività quest’anno sarà veramente una mangiatoia dentro una grotta che è stata data gentilmente in concessione dal proprietario di casa Pazzi, una scena da non perdere per la bellezza.

Una cosa simpatica che è successa in questi anni?
Vi racconto due fatti.
Un anno sotto le elezioni, senza fare nomi, un politico mi chiese di fare il percorso del Presepe al contrario per poter stringere le mani a tutti i visitatori, naturalmente gliel’ho negato.

Un’altra cosa, ci hanno detto che il nostro è un Presepe Mangereccio… perché i figuranti durante la rappresentazione mangiano… adesso non so, ma penso che anche al tempo di Gesù le persone mangiavano, quindi ricrealrlo come ambientazione ti tuffa completamente nella storia e ti fa vivere appieno il presepe.

Vuoi aggiungere altro?
Ringrazio il Vescovo Gervasio Gestori per il suo affetto e la sua vicinanza che ci ha sempre dimostrato e Padre Aldo per le riflessioni che in questi anni ci ha offerto.
Ringrazio i figuranti per la passione e il sentimento che mettono nel venire tre giorni al freddo senza essere retribuiti per far vivere a tutti i visitatori un momento sano e profondo.
Ringrazio l’amministrazione comunale in particolar modo l’assessore alla cultura Enrico Piergallini per aver esaudito nonostante tutte le ristrettezze economiche ai nostri bisogni e ultimi ma non ultimi il gruppo di lavoro che in questi tre mesi, come ogni anno, sotto la pioggia, la neve, il freddo è stata a lavorare al paese alto di Grottammare per preparare le scene.
Ringrazio tutti gli sponsor, i proprietari dei fondaci e grotte concessi gratuitamente,e coloro che ci concedono materiali per allestire i vari scenari.
Rinnovo a tutti l’invito a non mancare alla prima data del 26 dicembre quando alle ore 16.30 nel percorso avverranno due importanti inaugurazioni.
Buone feste a tutti da parte del comitato Presepe Vivente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *