Il Presepe Vivente di Grottammare diventa un Film con Nichi Vendola e Luca Lionello

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

GROTTAMMARE – Una grande novità quest’anno per il Presepe Vivente di Grottammare: il regista Paolo Consorti vi realizzerà un film, con l’attore Luca Lionello , già interprete del Giuda di “Passion” di Mel Gibson e con il noto politico pugliese, stavolta nelle inconsuete vesti di attore, Nichi Vendola. Il Presepe Vivente di Grottammare, oramai è alla sua IX edizione e quest’anno il tema prescelto è il “Censimento”. Proprio spiegando questo termine, il Padre spirituale Padre Aldo Alberoni O.F.M. dell’Oasi Santa Maria dei Monti, si è soffermato sul ruolo sociale della Famiglia di Betlemme, che all’epoca dovette incamminarsi per eseguire gli ordini di Cesare Augusto, imperatore dal 30 a.C. al 14 d.C., che con il censimento voleva avere una mappatura certa del territorio allo scopo di esigere le tasse nella Palestina occupata. In una partecipata riunione che si è svolta al kursaal di Grottammare, il presidente dell’associazione Presepe Vivente, Fabrizio Rosati, con il vice Ugo Lisciani hanno aperto i lavori, incoraggiati dal vice sindaco Enrico Piergallini.
Il regista Paolo Consorti, noto artista sambenedettese con una certa notorietà nelle arti visive, ha spiegato la volontà di realizzare un cortometraggio di circa 25-30’ dal titolo: “Erode vivente”, a cui seguirà un altro cortometraggio dal titolo: “Sinedrio”, i due tempi farebbero parte di un film intero intitolato: “Il Cielo dei cattivi”. Il protagonista è Erode, l’attore romano Luca Lionello, già Giuda in “Passion” di Gibson, figlio del noto Oreste; Il cammino spirituale di Erode è una ricerca redentiva anche nell’animo più arido e crudele, come può appunto essere quello di Erode il grande, re della Giudea, alleato con i romani, traditore e vessatore del suo stesso popolo. Il regista Consorti ha deciso di avvalersi delle scenografie, dei costumi e della professionalità volontaria dei circa 200 figuranti del Presepe grottammarese, che è anche uno dei più lunghi del mondo, con i suoi 1378 m. di lunghezza effettiva e con ben 52 postazioni sceniche. Intervistato su questa novità,
P.Aldo ci ha risposto con un sorriso e con un :  “Mha, vediamo..” non del tutto convinto e forse abbastanza perplesso di fronte alla novità del film nel Presepe, ma comunque ben disposto nei confronti dei cineasti che hanno fatto questa richiesta all’associazione Presepe Vivente di Grottammare.
Il produttore esecutivo di Consorti ha già stilato una lista dei figuranti che dovranno recitare una particina nel film, circa una settantina, oltre alle innumerevoli comparse. “Il percorso di Erode che cerca la Redenzione- ha sottolineato il regista – è il percorso interiore di ogni uomo, alla ricerca di Dio”.
Straordinaria la partecipazione di Nichi Vendola, politico, in realtà presidente della Regione Puglia e portavoce nazionale del partito: “Sinistra Ecologia e Libertà”.
Nel film di Consorti e’ nelle insoliti vesti di attore, ruolo non del tutto nuovo e non del tutto estraneo, a livello di passione personale. Ma torniamo al Presepe di Grottammare: quest’anno saranno molte le novità, come ad es. un enorme lago artificiale, realizzato per l’occasione. Si partirà da Villa Azzolino, presidio di Erode. Nonostante la crisi, gli sforzi degli organizzatori sono stati volti a non far pagare il biglietto neanche quest’anno, nella speranza di riuscire a coprire le spese necessarie all’organizzazione. C’è attesa per la presenza gradita del vescovo Mons. Gervasio Gestori, che nella prima rappresentazione, del 26 dicembre, non è mai mancato, incoraggiando la Sacra Rappresentazione, spesso anche suggerendo idee e proposte per migliorarla. Le altre due serate si terranno il 1 ed il 6 gennaio 2012 sempre dalle 16-19.  Una ultima notizia: anche quest’anno ci sarà il collegamento in diretta su Skype con Tele Radio Padre Pio, per l’intervista sul  Presepe Vivente grottammarese. Comunicheremo al più presto le date della messa in onda del programma. Per info: 334 1699086 oppure: 347 2429044.

Susanna Faviani

Giornalista pubblicista dal '98 , ha scritto sul Corriere Adriatico per 10 anni, su l'Osservatore Romano , organo di stampa della Santa Sede per 5 anni e dal 2008 ad oggi scrive su L'Avvenire, quotidiano della CEI. E' Docente di Arte nella scuola secondaria di primo grado di Grottammare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *