Only Women e Singing Gospel Choir

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

PROVINCIA – Il noto quartetto vocale ascolano (composto da Giorgia Cordoni, Claudia Quartarulli, Tiziana Baldassarri e Simona Lo Parco), avvalendosi della collaborazione del “Singing gospel Choir” coro di circa 30 elementi che prende il nome proprio dall’Associazione grottammarese reduce dal  grande successo della scorsa stagione con il musical “La favola di Belle”, e di quattro musicisti (Fabio Bevini al piano, Cristian Regnicoli alla chitarra, Andrea  Ricci al basso e Luca Pichinelli alla batteria), proporrà infatti un concerto interamente ispirato al magico repertorio Gospel.

Il concerto si terrà Domenica 16 Dicembre presso il Teatro Palafolli di Ascoli Piceno, con doppio spettacolo (ore 17 e ore 21). I biglietti per le rappresentazioni ascolane sono in vendita (€ 10,00 – prezzo unico) presso la biglietteria del Teatro Palafolli o la biglietteria del teatro Ventidio Basso in Piazza del Popolo.
A grande richiesta anche da parte dell’amministrazione comunale di Grottammare il concerto sarà replicato Mercoledì 19 Dicembre al Teatro delle Energie di Grottammare, alle ore 21. I biglietti per la data di Grottammare sono in vendita presso la tabaccheria Rocchi e la tabaccheria Vagnoni di Grottammare al costo di 10€ (prezzo unico).

“Il Gospel ha la forza di essere una musica che travalica le differenze di religione, di cultura e di razza, per diventare universalmente un’espressione della forza dell’uomo.”
Alla forza delle voci, si unirà la “forza prepotente” di questo genere musicale, che è una ricerca del sacro attraverso l’espressione musicale, è una preghiera piena di speranza per tempi migliori.

E il pubblico sarà direttamente coinvolto in tutto questo, affinché l’esperienza ed il rapporto che si instaura tra musicisti, cantanti ed ascoltatore non si esaurisca con il termine della canzone ma sia un’espressione che riempia l’animo.
Ovviamente ci accingiamo a fare tutto questo con il massimo rispetto nei confronti di una storia ed una tradizione che appartengono esclusivamente al mondo afro americano, ma lo facciamo convinti di poter dar vita, a nostro modo, ad uno spettacolo a tratti coinvolgente, entusiasmante ed emozionante.

L’ascoltatore verrà coinvolto in un viaggio che va da brani Gospel tradizionali (come Joy to the world, Jesus what a wonderful child o la classica Happy Day) a brani più popolari rivisitati in chiave Gospel (come Imagine o Bridge over troubled water o Lean on me), fino ad arrivare a brani dal sapore decisamente Natalizio (come The first Noel o Silent Night).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *