Comunanza: Il 26 dicembre alle ore 17:30, si svolgerà la 35 a edizione del Presepe Vivente

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

COMUNANZA – Il Presepe Vivente di Comunanza si presenta come  un successo di spettacolo, di qualità e di fedele ricostruzione di tutti i quadri della rappresentazione, dove partecipano oltre 200 persone.
E’ il Presepe Vivente fra i più antichi e conosciuti ,delle Marche, anche se negli anni, è stato imitato da diversi paesi .
E’  un  momento aggregativo per tutte le realtà  comunanzesi, sia associative che singole, ma anche occasione di riscoperta e testimonianza della  fede Cristiana, attraverso la tradizione della rievocazione della nascita di Gesù.
A collaborare e partecipare alla preparazione di un così grande evento ricco di grazia e di….. lavoro, saranno il Comune ,  la Pro-Loco , le Scuole,  le Associazioni di Comunanza e i cittadini.
Questa  iniziativa  impegna tante persone , non solo nel giorno della  rievocazione, ma anche nella preparazione e costruzione delle scene. Sono oltre  duecento  coloro che volontariamente offrono la loro disponibilità perché questo evento riesca nel miglior modo possibile e sia motivo di riflessione e di gioia, tipica del Natale, per tutti i visitatori che interverranno e che percorreranno le vie del Centro Storico di Comunanza , trasformata ,per un giorno, in una Betlemme dell’anno zero.

Le scene all’aperto presentano momenti della vita quotidiana della Betlemme nell’anno di nascita di Gesù, la scena del mercato dove i venditori offrono ai passanti la vendita di suppellettili per la casa e la cucina , animali domestici ed altri prodotti della terra, danno l’illusione momentanea di essere nei luoghi della Palestina dell’anno zero. Le scene sono debitamente controllate da una schiera di Centurioni a piedi ed a cavallo che vigilano gli spazi per garantire il lavoro dei mercanti e dei compratori.

Le botteghe e scene familiari del tempo sono riprodotte fedelmente e con la massima cura dei dettagli , dei costumi e degli attrezzi dell’epoca.

Le scene sacre , danno un senso religioso e mistico ai quadri che man mano si presentano al visitatore fino ad arrivare alla scena Madre della NATIVITA’ che dislocata sulla parete di una collinetta , circondata dai fuochi dei pastori, presenziata dagli Angeli , mostra la grandiosità della Capanna dove sono presenti la Madonna, S.Giuseppe , il Bambinello, il bue, l’asinello ed i Re Magi che si affacciano ad adorare il Messia.

L’intera cornice è illuminata da fuochi dove bivaccano i pastori con le loro pecore ed arrivati a dorso di muli da molto lontano .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *