La Coldiretti ha trovato casa in Valtesino

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Di Alessio Rubicini

“La mia presenza parla da sola: il Vescovo, la Chiesa, sono attentissimi alla realtà della Coldiretti, di quanti vivono a contatto con la natura, la campagna, il mondo rurale, un mondo faticoso e bello. Domanda attenzione, sacrificio, di giorno e di notte … Un contatto con la natura che va rispettato. Il Padreterno ha creato il mondo in maniera armonica. Ogni tanto c’è qualche “bizza”, qualche disarmonia, ma spesso provocata dalle intemperanze dell’uomo. La natura va rispettata e voi la conoscete bene e quindi rispettandola essa quello che è fondamentale per la nostra vita. Ci vuole l’industria, certo, il terziario, certo, ma il primario è qui… La terra, il cibo… Mi auguro che il vostro lavoro possa continuare in maniera generosa, competente, sobria, seria… C’è bisogno di serietà nel lavoro, ciascuno faccia il proprio dovere in maniera seria. E mi auguro che i giovani guardino il vostro mondo non con distacco, con supponenza, con indifferenza. Leggo che sta riprendendo un’attenzione da parte dei giovani al mondo della natura e anche il lavoro dell’agricoltore viene guardato con simpatia. La Chiesa appoggia tutto questo. Tocca poi alle famiglie, alla scuola, ai politici, sostenere questo sbocco lavorativo che domanda presenze competenti che abbiano scienza e coscienza e quindi io ben volentieri partecipo all’inaugurazione di questo ambiente, degli Uffici Intercomunali della Coldiretti ascolana e fermana. I migliori auguri di cuore a tutti voi”.

Con queste parole il nostro Vescovo Gervasio ha salutato quanti erano intervenuti, ed erano decisamente tantissime persone provenienti da ogni parte delle Province di Ascoli Piceno e Fermo, per prendere parte all’inaugurazione dei nuovi Uffici Intercomunali della Sezione Interprovinciale Coldiretti di Ascoli Piceno e Fermo in Valtesino di Ripatransone nel nuovo Complesso Residenziale “La Vigna” realizzato dall’Impresa Sipa Costruzioni in questi ultimi anni proprio a pochissimi metri di distanza dalla nostra Chiesa Parrocchiale.

Poco prima del nostro Vescovo, è intervenuto il Sindaco di Ripatransone, Prof. Remo Bruni, il quale ha ricordato che Ripatransone è il Comune più agricolo della Provincia di Ascoli Piceno, con oltre 500 Partite Iva intestate ad Imprese agricole, e che la Coldiretti è l’organizzazione di categoria più rappresentativa del mondo dell’Agricoltura. “Grazie alla Coldiretti” ha detto il Sindaco Bruni, “abbiamo avuto la possibilità, con un grande lavoro anche a livello provinciale, di poter avere questa sede in questo splendido scenario che sarà utile non solo come servizio agli operatori del mondo dell’agricoltura ma anche come luogo di divulgazione, di pubblicità, di conoscenza e di vendita, lo spero anche con giornate di Campagna Amica (progetto di Coldiretti volto a promuovere, con punti vendita e manifestazioni varie, una filiera agricola tutta italiana, ndr), dei nostri migliori prodotti”

Ai saluti del Sindaco Bruni e del Vescovo Gervasio sono seguiti quelli di Paolo Mazzoni, Presidente della Sezione Interprovinciale di Coldiretti Ascoli – Fermo: “Inauguriamo oggi un nuovo Ufficio di servizi. Saranno dei servizi indirizzati alle tantissime imprese che lavorano in questo territorio che abbiamo scelto perché qui c’è veramente metà delle Marche. Metà delle produzioni agricole vengono prodotte in queste zone. Un settore, pertanto, molto importante che necessita di servizi all’altezza. Abbiamo voluto, in questa bella cornice, inaugurare oggi questi Uffici perché qui davanti a noi abbiamo dimostrato, con la più grande fattoria didattica d’Italia, l’importanza dei valori dell’agricoltura e della nostra attività che, oltre ad avere un senso per le nostre aziende a livello di reddito, ha un senso anche per la società perché tutti questi bei paesaggi esistono perché c’è sopra un’azienda che lavora e che, quindi, ha bisogno sempre di più di servizi all’altezza. Quella straordinaria Italia del buonsenso, l’Italia che fa l’Italia c’è oggi qui e l’abbiamo voluta offrire alla popolazione della zona. Come ho detto c’è la fattoria didattica più grande d’Italia, ci sono le scuole, ci sono gli animali, l’esposizione dei trattori, c’è il mercato di “Campagna Amica” che è l’attività principale che in questo momento Coldiretti sta mettendo in campo per i nostri agricoltori e soprattutto per i consumatori per mettere sempre di più al centro dell’attenzione il cibo che è oggi e lo sarà sempre di più, la cosa fondamentale che anche la politica e gli Stati Uniti d’Europa, come si dice adesso, dovranno mettere al centro delle proprie attenzioni”.

Dopo il tradizionale taglio del nastro, si è svolta la benedizione, impartita dal nostro Vescovo Gervasio, dei nuovi Uffici Coldiretti di Valtesino e, successivamente, tutti i presenti si sono spostati sotto un tendone allestito dalla Coldiretti negli spazi del Borgo Residenziale La Vigna dove si è tenuta una tavola rotonda sul tema “Più agricoltura per costruire l’Italia che vogliamo – Dalle campagne picene una risposta economica e sociale alla crisi” al quale sono intervenuti il Sindaco Remo Bruni, il Presidente Paolo Mazzoni, Vincenzo Gesmundo e Giannalberto Luzi, rispettivamente Segretario Nazionale Organizzativo della Coldiretti e Presidente di Coldiretti Marche, il Prof. Roberto Esposti, Professore di Economia Agraria presso l’Università Politecnica delle Marche e Yuri Chechi, il “Signore degli anelli” grande campione olimpico che ora, smessa la sua attività sportiva, ha deciso di ritornare alle sue origini investendo in Agricoltura nelle campagne di Ripatransone. La tavola rotonda è stata moderata e condotta da Paolo Notari, giornalista RAI che collabora nelle trasmissioni “Uno Mattina”, “La Vita in Diretta” ed altri programmi di  Radio Uno Rai. Dalla tavola rotonda è emersa la proposta di Coldiretti per il futuro dell’Agricoltura in Italia ed in Europa, una proposta fatta di verità e giustizia sulla tracciabilità e sulla remunerazione dei prodotti agricoli, di sussidiarietà e solidarietà tra le varie componenti del mondo agricolo e di “Etica prima di tutto” in tutto ciò che riguarda l’economia ma soprattutto l’Agricoltura.

La nostra Comunità Parrocchiale è orgogliosa di dare il suo benvenuto in mezzo a noi alla Coldiretti ed a tutti coloro che lavoreranno nei nuovi Uffici di Valtesino ed a quanti usufruiranno dei servizi che questi Uffici offriranno. E questo orgoglio ci viene da tutto ciò che Coldiretti rappresenta: la principale organizzazione del Settore Agricolo con 7 Uffici di Zona, 64 Sezioni periferiche ed oltre 6.000 aziende agricole associate sulle 12.200 che si possono contare nelle Province di Ascoli Piceno e Fermo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *