Giornata Nazionale contro la violenza sulle donne

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Domenica 25 novembre, con inizio alle 10, si svolgerà presso l’Auditorium “G. Tebaldini” del Comune di San Benedetto del Tronto la tavola rotonda dal titolo “La violenza sulle donne: crimine sommerso. Rompiamo il silenzio”. L’iniziativa, che si svolgerà in occasione della giornata nazionale della lotta contro la violenza sulle donne, è stata presentata ieri in una conferenza stampa dal Vice Presidente della Provincia e Assessore alle Pari Opportunità Pasqualino Piunti e dalla Presidente della Commissione Provinciale Pari Opportunità dott.sa Maria Antonietta Lupi.

Al convegno, moderato dal giornalista Rai Antonello Profita e coordinato dall’assessore Piunti e dalla dott.sa Lupi, prenderanno parte il presidente della Provincia Piero Celani, il Giudice del Tribunale di Ascoli Piceno Annalisa Gianfelice, il Comandante della Compagnia dei Carabinieri di San Benedetto Cap. Giancarlo Vaccarini, il direttore del Corriere Adriatico Paolo Traini, gli avvocati Daniela Rocchi del Foro di Roma e Mauro Gionni del Foro di Ascoli, la prof. Maria Rita Bartolomei, antropologa dell’Università di Macerata, la criminologa Margherita Carlini, la responsabile del Centro antiviolenza della Provincia Franca Maroni, la psicologa dott.sa Antonella Baiocchi del Centro antistalking, la prof.ssa Giancarla Perotti del Centro ricerche personaliste “Maritain”. Concluderanno i lavori la Vicepresidente della Commissione Provinciale Pari Opportunità Palma Del Zompo e la consigliera di Parità Regione Marche Paola Petrucci.

Tante ed importanti i temi oggetti del convegno dalla legge antistalking, alle esperienze locali in tema di crimini contro la donna fino agli aspetti psicologici, sociologici e spirituali di una problematica che investe in maniera trasversale tutta la società.

“L’obiettivo di questa iniziativa – ha dichiarato l’Assessore Piunti – è quello di sensibilizzare l’opinione pubblica su una problematica delicata che desta indignazione e sempre maggiore allarme sociale. Occorre far sapere alle donne che ci sono gli strumenti di aiuto e fare emergere un fenomeno sommerso di violenza, soprattutto psicologica, che si sviluppa principalmente tra le mura domestiche. La Provincia – ha aggiunto Piunti – ha aperto due centri antiviolenza: uno ad Ascoli e l’altro a San Benedetto che, in tre anni di attività hanno trattato 60 casi e sfornito con grande impegno e professionalità un supporto importante per tante persone in difficoltà”.

“Questa giornata deve rappresentare un’occasione per discutere e fare proposte su un problema di estrema attualità ed in continua espansione – ha evidenziato la dott.sa Lupi – anche negli ultimi giorni abbiamo visto con orrore casi di omicidi di donne geograficamente molto vicino a noi. Tant’è, secondo i dati nazionali, che nel 2010 sono state 127 le donne uccise: una ogni 3 giorni. Nel 2011 la cifra è superiore e così pure nel 2012. Abbiamo bisogno urgentemente quindi – ha sottolineato la Presidente della Commissione Pari Opportunità – di un cambiamento culturale e di mentalità e di imparare ad acquisire il rispetto della parità ed equità di genere. In questa prospettiva lavoreremmo molto, soprattutto nelle scuole, in collaborazione con le istituzioni, le forze dell’ordine, le famiglie, i docenti e i dirigenti scolastici”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *