Castignano, contributi per le famiglie

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

CASTIGNANO – Sono aperti i termini per l’accesso ai contributi di cui alla L.R. 30/1998 riservati alle famiglie residenti nel territorio dell’Unione dei Comuni Vallata del Tronto per i seguenti interventi: Disagio sociale ed economico, Nascita ed adozione, Polizza assicurativa per la copertura degli infortuni domestici.

I documenti si possono trovare qui: http://www.comune.castignano.ap.it/eventi.php

Beneficiari:
1) Possono presentare domanda per l’accesso al beneficio tutti i soggetti che hanno ISEE non superiore ad € 7.000,00 (redditi 2011)
Possono accedere ed hanno la precedenza al presente beneficio anche:
Famiglie con numero di figli minori pari o superiori a 3 che non superano il tetto di reddito ISEE di € 13.000,00;
Donne non coniugate in stato di gravidanza/ragazze madri con figli minori in presenza di situazioni di disagio sociale ed economico che non superino il tetto di reddito ISEE di € 10.000,00 (per donne non coniugate in stato di gravidanza si intende donne sole in stato di gravidanza non coniugate non
conviventi, per ragazze madri si intende donne con figli minori riconosciuti da un solo genitore)
2 – Interventi per nascita e adozione, compreso affidamento preadottivo
Possono presentare domanda per l’accesso al beneficio tutti i soggetti interessati da interventi di nascita e adozione verificatisi nell’anno 2012 con ISEE non superiore ad € 7.000,00 – redditi 2011.
Sono esclusi i soggetti già beneficiari dell’assegno di maternità, ai sensi dell’art. 66 legge 448/98.
Possono accedere al presente beneficio ed hanno la precedenza anche:
famiglie con numero di figli minori pari o superiore a 3 che non superano il tetto di reddito ISEE di € 13.000,00;
Donne non coniugate in stato di gravidanza/ragazze madri con figli minori in presenza di situazioni di disagio sociale ed economico che non superino il tetto di reddito ISEE di € 10.000,00 (per donne non coniugate in stato di gravidanza si intende donne sole in stato di gravidanza non coniugate non
conviventi per ragazze madri si intende donne con figli minori riconosciuti da un solo genitore)
3 – Interventi per il pagamento di polizze assicurative per la copertura dei rischi infortunistici domestici del componente della famiglia che svolge il lavoro domestico in via esclusiva.
Possono prestare domanda per l’accesso al beneficio tutti i soggetti che nel corso del 2012 abbiano stipulato o rinnovato una polizza assicurativa per gli infortuni domestici la cui validità ricada per almeno 6 mesi nel 2012 con ISEE non superiore ad € 7.000,00.
Possono accedere ed hanno la precedenza al presente beneficio anche:
Famiglie con numero di figli minori pari o superiore a 3 che non superano il tetto di reddito ISEE di euro 13.000,00;
Donne non coniugate in stato di gravidanza/ragazze madri con figli minori in presenza di situazioni di disagio sociale ed economico che non superino il tetto di reddito ISEE di € 10.000,00 (per donne non coniugate in stato di gravidanza si intende donne sole in stato di gravidanza non coniugate non conviventi, per ragazze madri si intende donne con figli minori riconosciuti da un solo genitore).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *