FOTOGALLERY Roberto Traini è stato ordinato Diacono

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Sabato 10 novembre presso la Parrocchia Cristo Re è stato ordinato diacono Roberto Traini, pubblichiamo qui di seguito la presentazione del Rettore don Luciano Paolucci Bedini, specificando che viene fatta prima della ordinazione subito dopo la domanda del Vescovo Gervasio Gestori sulla dignità del candidato a ricevere il sacramento dell’ordine. Per leggere le parole del Vescovo Gestori clicca qui

Rettore: Reverendissimo Padre, la santa madre Chiesa chiede che questo nostro fratello sia ordinato diacono.
Vescovo: Sei certo che ne sia degno?
Rettore: Eccellenza,
questa sera la storia di vocazione che il Signore Gesù ha voluto intrecciare con Roberto fin dalla sua giovane età si compie per mano della Chiesa e per dono dello Spirito Santo sotto gli occhi emozionati di noi che ne siamo stati testimoni privilegiati.
Sette anni fa Roberto è entrato in Seminario con il desiderio chiaro e forte di seguire il Signore e di ascoltare con onestà la parola della sua volontà sulla sua vita. Ma non aveva con se alcuna certezza circa la vocazione al presbiterato, anzi portava nel suo bagaglio una lunga serie di dubbi e incertezze, di timori e di domande, a cui avrebbe voluto una pronta, immediata e inequivocabile risposta. Il Signore però lo ha educato con pazienza, dandogli prova della sua vicinanza e offrendogli occasioni per far emergere i doni di cui ha arricchito la sua persona.
Ha continuato a chiamarlo attraverso storie, volti e situazioni, nella sua famiglia, dentro la comunità del Seminario regionale e nelle comunità ecclesiali di cui è stato compagno di viaggio, anche quando gli sembrava di non essere in grado di donare ciò che gli veniva chiesto. Ha continuato a chiamarlo fino a quando Roberto ha smesso di pensare che donare la vita dipendesse da lui e non fosse invece esclusivamente la risposta per amore ad un Amore che chiama.
Intelligente e sensibile, affidabile e serio, disponibile e responsabile, Roberto ha vissuto gli anni della formazione pienamente coinvolto nell’itinerario di crescita umana e spirituale in cui è stato guidato. Si è immerso nella relazione con il Signore Gesù da cui ha imparato a nutrire la sua quotidianità. È cresciuto nella fiducia e nella stabilità di fronte agli impegni e alle relazioni che affronta. Ha scoperto e scelto di custodire al centro della sua vita i doni della Parola e dell’Eucaristia come sorgente inesauribile della sua gioia, e ha voluto diventarne servo per i fratelli e le sorelle che incontra. È stato capace ed equilibrato nel gestire la novità e la fatica, la solitudine e le attese del tirocinio pastorale e del suo inserimento nel servizio alla sua Chiesa diocesana.
Roberto sa di aver bisogno di crescere nell’affidarsi sempre più a Colui che lo ha cercato, amato e chiamato alla sua sequela. Conosce l’umiltà di lasciarsi accompagnare da un fratello maggiore ed è consapevole delle sue fragilità e dei suoi aspetti più laboriosi. Ama la Chiesa che lo ha amato, e sa di poter contare sulla testimonianza autentica di tanti fratelli consacrati.
Per tutto questo, ascoltate anche le buone testimonianze che sono state raccolte su di lui, posso attestare che Roberto è degno di ricevere l’ordine del diaconato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *