Insieme c’è futuro

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

REGIONE MARCHE – “Insieme c’è futuro. Integrazione e sinergie per un’efficace comunicazione delle azioni dei Fondi strutturali per lo sviluppo delle Marche”. E’ questo il titolo dell’incontro che oggi si è tenuto ad Ancona nella sede della Regione Marche, presso la  Sala Verde di Palazzo Leopardi. Ai lavori, introdotti dal saluto di Paolo Petrini, vice presidente e assessore alle Politiche comunitarie e Agricoltura della Regione Marche, hanno preso parte Mauro Terzoni, dirigente Politiche comunitarie e Autorità di gestione Fesr e Fse – Regione Marche; Gianfranco De Gregorio, referente del raggruppamento temporaneo di imprese ‘Pomilio Blumm-Fondazione Giacomo Brodolini’ che cura la nuova strategia di comunicazione; Donatella Consolandi, referente di Agorà Srl e Fabio Travagliati, responsabile della comunicazione POR FESR – Regione Marche.

“Il processo di integrazione delle strutture che ci vede impegnati – ha detto Petrini – è diretto a cogliere al meglio le opportunità della nuova programmazione comunitaria 2007 – 2014. C’è ancora incertezza sulla quantità di risorse e sull’assetto istituzionale che farà da base alla gestione dei fondi. La Regione è impegnata nel promuovere nuovi presupposti di sviluppo. Macroregione, green economy, longevità attiva, sono elementi di una nuova percezione del futuro, basata sul cambiamento, piuttosto che sulla rassicurante difesa del passato. Il mutamento è fatica, ma oggi è importante comunicare all’opinione pubblica la concretezza di proposte pragmatiche. Oggi serpeggia pessimismo nella società, anche nei confronti dell’Europa, per questo è importante comunicare, con l’obiettivo di far capire che le soluzioni si possono trovare insieme”.

L’incontro si è incentrato sulla nuova strategia di comunicazione dei Fondi strutturali avviata dalla Regione Marche. Una strategia imperniata su due leve principali: da un lato la necessità di spingere sulla valorizzazione e la divulgazione dei progetti e delle attività realizzate fino ad oggi nelle Marche con i fondi europei 2007/2013. Dall’altro la costruzione di un quadro di riferimento unitario che possa facilitare l’accesso alle informazioni ed accompagnare in modo più semplice e immediato i cittadini e tutti gli attori economici ed istituzionali del territorio verso la programmazione 2014/2020.

Lo slogan “Insieme c’è futuro”, coniato, unitamente alla nuova identità visiva “Marche Fondi strutturali europei”, dall’ATI “Pomilio Blumm-Fondazione Giacomo Brodolini” che assiste la Regione in questo percorso, rappresenta il cuore identitario di questa nuova strategia. Una strategia il cui obiettivo principale è di accompagnare in modo semplice e diretto il territorio nella costruzione di una sua nuova personalità europea, fondata sulla piena consapevolezza del proprio ruolo di co-protagonista nell’attuazione delle politiche di sviluppo e coesione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *