Attentato in Libano

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Foto, Il Papa nella sua ultima visita in Libano

LIBANO – “L’attentato avvenuto a Beirut merita la più ferma condanna, per l’assurda violenza omicida che manifesta e perché è contrario agli sforzi e all’impegno per conservare una convivenza pacifica nel Libano. Il Libano invece, come ha ripetuto più volte il Santo Padre Benedetto XVI, è chiamato ad essere un messaggio di pace e di speranza per chi vi abita e per tutta quella Regione”. Lo ha detto questa sera padre Federico Lombardi, direttore della Sala stampa della Santa Sede, commentando l’attentato avvenuto venerdì 19 ottobre alle ore 14.00 (ora italiana) a Beirut, in Libano, dove un‘autobomba è esplosa nella zona est della città. Nell‘attentato hanno perso la vita almeno otto persone e 80 sono rimaste ferite. In seguito all’esplosione è morto anche Wissam al Hasan, capo del servizio informazione della polizia libanese. “Mentre si partecipa con compassione al dolore per la morte e il ferimento di tante persone – conclude p. Lombardi -, ci si augura che questo fatto orribile non sia occasione del diffondersi ulteriore della violenza”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *