A Cupra si realizzerà una scuola per genitori?

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

CUPRA MARITTIMA – . Il primo corso per genitori “Educare ad apprendere”, è partito come una sfida e si è concluso con l’idea di proporlo come appuntamento fisso. Gli incontri sono stati organizzati dall’assessore alle Politiche Sociali del Comune di Cupra Marittima Anna Maria Cerolini, dalla Regione Marche e svolto dagli esperti del centro pedagogico Pharus di Grottammare. Gli incontri sono iniziati a giugno e termineranno ad ottobre, per un totale di 16 ore, registrando una buona affluenza di genitori incuriositi e interessati.

Le lezioni, sia teoriche che pratiche, sono state tenute dalla dottoressa Maria Chiara Verdecchia di Grottammare, pedagogista, iscritta all’albo interno dell’Anpe (Associazione Nazionale Pedagogisti), formatrice, progettista e councelor, docente all’Università di Urbino “Carlo Bo” per corsi di laboratorio, progettazione educativa, coordinatrice del progetto diocesano “Oratori”, referente e responsabile del centro Pharus;

Paola Bastarelli di San Benedetto del Tronto, psicologa, psicoterapeuta, esperta nella valutazione psicodiagnostica per i disturbi dell’apprendimento, oltre che presso Pharus lavora anche nell’Unità di Strada dell’Ambito Territoriale Sociale 21;

Ivan Ficcadenti di Cupra Marittima, docente, educatore presso Pharus, insegnante di sostegno nella scuola primaria, nonché esperto nella gestione delle organizzazioni e marketing.

Gli insegnanti hanno iniziato spiegando innanzitutto cos’è l’educazione, poi hanno parlato delle modalità comunicative personali, delle intelligenze multiple, passando poi allo studio dei vari stili comunicativi, stili educativi, alla scoperta della “motivazione” e infine approfondendo le varie strategie didattiche.

Dottoressa Verdecchia ha commentato: «Molto buoni i risultati raggiunti con questo corso, davvero soddisfacente la partecipazione e l’entusiasmo con il quale i genitori, e anche qualche docente, hanno preso parte agli incontri. Tutto ciò ci ha dato la spinta per concretizzare in futuro una possibile “scuola per genitori”. L’idea è in fase embrionale ma i presupposti per la riuscita ci sono tutti. Abbiamo intenzione di realizzare questa scuola con la collaborazione di altre realtà educative e associazioni locali, con l’Università di Urbino e con l’Anpe. Si tratta di un’idea pedagogica che mira a sviluppare le risorse di ognuno di noi, facendo incontrare la realtà della famiglia e la realtà della scuola, perché solo il dialogo può avvicinare e rendere incisivi nella formazione e crescita dei giovani. Insomma abbiamo osato, abbiamo creduto in questo progetto e ora con orgoglio possiamo affermare che è stata la scelta giusta poiché abbiamo gettato le basi per una scuola unica nel suo genere in questo territorio». Le novità non finiscono qui: i professionisti del gruppo Pharus terranno a breve, sempre a Cupra Marittima, un altro corso rivolto ai genitori incentrato sugli adolescenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *