Dite amici ed entrate

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

SAN BENEDETTO DEL TRONTO- Dal 12 al 19 Agosto Foce di Montemonaco ha ospitato nuovamente la nostra parrocchia, “Madonna del Suffragio” per il campo scuola estivo. Il silenzio che avvolge quel posto, la bellezza di quanto lo circonda, il desiderio di stare in amicizia, la condivisione di quanto si possiede, il mettersi a disposizione degli altri: tutto ha contribuito a rendere nuovamente questo campo “una meraviglia”.

Con tanta gioia ed entusiasmo abbiamo visto una grande risposta da parte dei ragazzi (dalla 5° elementare alla III media), anche esterni alla parrocchia ma che comunque hanno trovato un bel clima in cui poter legare nuove amicizie e costruire nuovi rapporti.

L’avventura dei nostri ragazzi ha avuto una “Compagnia” al suo fianco, ovvero, “La Compagnia dell’Anello”: Frodo, Sam, Merry, Pipino, Gandalf, Aragorn, Legolas, Gimli e Bomir (protagonisti de “Il Signore degli Anelli “). Il tema del Signore degli Anelli ha offerto ai nostri ragazzi  spunti di riflessione sul tema del gruppo, della vita vista come un’avventura, del sacrificio e dell’amicizia vera, della presenza di Dio in qualsiasi cosa compiano durante la giornate: attraverso video e attività di gruppo sono stati guidati in questa analisi di sé.

In tutto e per tutto l’avventura della Compagnia dell’Anello è stata vicina a quella dei nostri ragazzi:  come i protagonisti hanno affrontato molte insidie, camminato e percorso molti sentieri,  così è stato per i nostri ragazzi con le camminate e le escursioni che li hanno avvicinati ad un paesaggio straordinario ed ad una montagna che nasconde a volte meraviglie e bellezze uniche: la fatica e il sudore che hanno affiancato il percorso di andata hanno lasciato spazio allo stupore e all’ammirazione di quanto la meta offriva loro.

Questo campo scuola , come ogni anno, ha unito sempre noi educatori: il vivere a stretto contatto ci ha permesso di approfondire i nostri legami, conoscerci di più, consolarci e confidarci l’un l’altro.

Non è mancata la preghiera che attraverso la Parola di Dio ci ha accompagnato in questi giorni, spezzata per noi attraverso le parole di don Roberto.

Dopo questa breve sintesi del campo non mi resta che concludere con il motto del campo 2012:“ Ponterotto paura non ne ha!!”.

Grazie amici per questa avventura!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *