Terrembotta, progetto del Csi San Giuseppe

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – É sorprendente e disinteressata la generosità degli adolescenti e dei giovani, soprattutto in seguito ad eventi drammatici come quello del terremoto che ha colpito lo scorso maggio l’Emilia Romagna: hanno il desiderio di “fare” qualcosa di concreto per aiutare le vittime, in particolare quelle più indifese, come i bambini/ragazzi, le donne/mamme, gli anziani. Questa forte passione alla solidarietà diretta, gratuita e incondizionata, che sfocia in atti ammirevoli e inaspettati per noi adulti, necessita, comunque, di intenzionalità e, quindi, di progettualità: energie e risorse vanno canalizzate efficacemente verso il raggiungimento di obiettivi specifici, che contribuiscano al bene comune, soprattutto quello delle vittime del sisma. Sono queste le motivazioni che hanno spinto gli adolescenti e i giovani del GruppAnimazione del Circolo Parrocchiale S. Giuseppe – Associazione Sportiva Dilettantistica di S. Benedetto del Tronto, a elaborare il Progetto “Terremobotta”. Il titolo esprime tutta la grinta e la determinazione con le quali essi intendono coinvolgersi personalmente per “dare una mano” concreta, e per dire che, nonostante gli impegni e le fatiche estive, che già svolgono come volontari nella propria realtà territoriale, vogliono “tenere botta al terremoto” a fianco delle popolazioni duramente colpite. L’animazione culturale è “partecipazione solidale alla vita sociale”: loro, come animatori, ci vogliono “mettere la faccia”. Per questo hanno già istituito un fondo economico di solidarietà grazie all’iniziativa del “FlashMob for Emilia” del 21 luglio scorso raccogliendo circa 600 euro: tale somma verrà destinata a sostenere le attività educative, sportive e ricreative dei bambini che vivono nell’Area Nord di Modena. Ora gli animatori intendono coinvolgersi personalmente e gratuitamente, auto-finanziandosi, in uno dei Campi Estivi promossi, nel mese di agosto, dal Comitato Provinciale CSI di Modena presso la cittadina di Mirandola, epicentro del sisma del 29 maggio.

Essi si trasferiranno in Emilia dal 3 all’11 agosto per collaborare accanto ai volontari del luogo e di altre regioni d’Italia nell’animazione del Campo Estivo cittadino “Estate Insieme”, rivolto a circa 100 bambini/ragazzi (www.csimodena.it). Chiunque volesse donare un contributo a favore del fondo solidarietà può contattare la segreteria del CSI S. Giuseppe al 3349409756.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *