San Benedetto: Dopo il Maltempo arriva…il “Maremoto”

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

SAN BENEDETTO DEL TRONTO- La sesta (e forse ultima, ndr) edizione della kermesse di musica indipendente partirà domani, giovedì 26 luglio e ci accompagnerà con buona musica per 4 giorni. I primi ad esibirsi saranno i Bud Spencer Blues Explosion, duo romano formato da Adriano Viterbini, uno dei chitarristi rock-blues più talentuosi d’Italia, e Cesare Petulicchio alla batteria. L’ingresso è gratuito.

Riguardo le modalità del Festival che si svolgerà all’ex Galoppatoio, ci fanno sapere gli organizzatori, si partirà dalle 20:30 con l’apertura degli stand e alcune proiezioni di corti e documentari curate da diverse associazioni. Il tutto fino alle 22:30 ora d’inizio dei concerti. Ad aprire le danze saranno, come di consueto, giovani band locali alle quali poi seguiranno le band principali.

Interessante novità di quest’anno è il “challenge” lanciato dagli organizzatori. Il concorso, per il quale sono previsti diversi premi, si svolgerà tramite il neo-social network a base fotografica Instagram. Partecipare è semplice, basterà dotarsi di telefonino più applicazione e riuscire a ritrarre la migliore immagine nelle diverse categorie. Le immagini dovranno essere taggate con i seguenti hashtag: #maremoto2012 ; #sbt ; #igersitalia ; #igerspiceni. Verranno premiate le foto inerenti a queste 3 categorie:

1)Foto più bella, scelta da una giuria composta dagli IgersPiceni e dal direttore artistico del Festival. In palio i cd autografati dei gruppi headliners

2)Foto più bella della categoria “Facce da Maremoto, dove i protagonisti dei vostri scatti dovranno essere ricercati tra il pubblico. In palio la maglietta del festival, una spilla e gli adesivi.

3)La Capigliatura Maremoto più bella, sempre da ricercare all’interno del pubblico. In palio due biglietti per il concerto del 1° agosto di Caparezza.

Insomma un Festival molto interattivo questo del 2012 il quale darà l’occasione al pubblico di potersi esprimere attraverso il valore delle immagini.

Pubblicheremo giorno per giorno sul nostro giornale online i vari appuntamenti del festival, per vedere il programma completo e per ulteriori info consultare la pagina http://www.maremotofestival.it .

Preoccupanti le considerazioni dell’ideatore Paolo Miti al termine della conferenza stampa: “Con questa edizione si chiude un ciclo. L’ambiente non è più lo stesso del 2007 quando siamo partiti, per questo ci vedremo nei prossimi anni a reinventare la modalità del festival. Molti si preoccupano di quanti soldi comunali vengono spesi per questo festival, ma nessuno si preoccupa di consultare il nostro bilancio che come pochi è pubblico. Tramite esso è impossibile non notare che se il comune ci dà 25 mila euro, noi ne spendiamo 45. Le spese iniziano a pesare ed il momento è quello che è, per questo nei prossimi anni ci saranno dei cambiamenti”.

Probabilmente quindi il festival dal prossimo anno diventerà a pagamento, come molti altri festival dello stesso genere nelle Marche.

“C’è un trend di miglioramento e crescita – ha commentato l’assessore alla Cultura Margherita Sorge – che ha aumentato gradualmente il livello del Festival. Questo evento fa molto bene a San Benedetto visto che attira e copre gli interessi di un target di pubblico molto giovane in sinergia con la kermesse invernale Sotterranea”.

Il festival è organizzato dalla coop O.per.O. (occhio per orecchio) con il patrocinio del comune di San Benedetto del Tronto.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *