Al via la campagna elettorale per il Pdl presso la nuova casa del consigliere Giuliano Vagnoni

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Nella foto da sinistra: Giuliano Vagnoni, On. Carlo Ciccioli e Maria Grazia Concetti

GROTTAMMARE – In un clima di festa Giuliano Vagnoni ha inaugurato la sua nuova casa e la campagna elettorale per Grottammare.
La costruzione è stata realizzata grazie al piano casa del governo Berlusconi e il consigliere comunale lo ha voluto ricordare con una targa apposta sul muro esterno della casa.
La scritta non è sfuggita all’onorevole Ceroni che ne ha scattato una foto e la porterà al presidente del Consiglio Silvio Berlusconi per dimostrargli l’affetto che gode nel suo elettorato.

Giuliano Vagnoni sostiene la candidatura alla prossime elezioni del capogruppo consiliare del P.d.l. Maria Grazia Concetti.

Durante il pomeriggio ho intervistato l’on. Ciccioli sul futuro quadro politico nazionale e locale.

Onorevole Ciccioli come si configureranno secondo lei le prossime elezioni?
Ci sono degli aspetti che non sono ininfluenti, se si voterà insieme sia le amministrative che le politiche o se si voterà in due momenti diversi.
Un lato non trascurabile, perché se si vota alle politiche prevarranno gli schieramenti politici se invece si voteranno dopo le amministrative è logico che il panorama sarà diverso.
Siamo in una fase così variabile che è molto difficile entrare nel dettaglio. In questo momento vincono coloro che sono portatori di novità e di liste civiche.
Tutti coloro che appartengono ai partiti politici sono appesantiti.
Basta vedere il caso di Parma dove il Pd pensava di vincere, ed è stato battuto dal movimento 5 stelle.
Poi dipenderà da come si riordinerà il centro destra perché ci sono due ipotesi possibili, che il P.d.l. rimanga il perno centrale oppure vi sarà la possibilità di creare due contenitori, uno di destra e uno un po’ più di centro destra.
Questo però dipenderà dalla legge elettorale, perché se passerà una legge alla tedesca, bisognerà andare con un unico partito, questo per far si di avere la concentrazione dei voti per poter ottenere più seggi possibili.

Come si deciderà il candidato Sindaco ed il Candidato Premier?
Se ci sarà un P.d.l. unito ci saranno le primarie, se invece ci saranno più partiti ci saranno o le primarie di coalizione o si andrà ad una trattativa.
Probabilmente però la soluzione sarà nelle primarie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *