MotoGP Moto3 – Il Team Italia soffre l’acqua del Sachsering

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page
Fenati

L’ultimo turno di libere della mattina disputato sotto il sole ha prodotto un ottimo quinto posto per Romano Fenati ed una soluzione tecnica da seguire per Alessandro Tonucci. La pioggia caduta copiosamente durante il turno di qualifiche ha rimescolato le carte.

La pista, completamente allagata, ha vanificato il lavoro dei tre turni di prove libere in cui i piloti azzurri avevano dimostrato un buon passo e tempi decisamente interessanti.
Difficoltà per entrambi gli alfieri del Team Italia: Tonu ha fermato il cronometro sull’1’46″951 e domani partirà ventiseiesimo a 3″962 da Sandro Cortese (poleman con 1’42″989). Più indietro Fenny che, con 1’51″012 chiude il gruppo dei partenti.

Prevista pioggia anche per domani: i due piloti azzurri sono chiamati ad una gara in rimonta.

Alessandro Tonucci (Team Italia FMI FR Honda#19) 26°, 19 giri in 1’46″951
“Stamattina sull’asciutto non sono riuscito a fare una buona performance, ma alla fine abbiamo capito la strada che dovevamo seguire per la qualifica. Purtroppo però la pioggia ha reso tutto più difficile; la pista era molto bagnata ed il risultato non è stato buono. Continuerò a lavorare con il team sull’assetto della moto, ma onestamente spero in una giornata asciutta”.

Romano Fenati (Team Italia FMI FR Honda#5) 35°, 17 giri in 1’51″012
“Purtroppo non sono riuscito a trovare il feeling con questa condizione di bagnato. Mi è risultato difficilissimo guidare e non sono riuscito a tenere il passo degli altri. Nel corso del pomeriggio lavorerò con il mio team per capire come possiamo migliorare la mia guida e il setup della moto. Domani sarà difficile partire dall’ultima fila ma sono determinato a fare bene”.

Roberto Locatelli (Coordinatore Tecnico FMI)
”Oggi siamo stati sconfitti dal tempo. Nel percorso di crescita dei nostri giovani piloti una giornata come questa può insegnare molto. Le difficoltà servono sempre a conoscere ed affrontare i propri limiti. L’ambiente nel box è sereno e stiamo lavorando tutti assieme per trovare la strada migliore. Verrà fuori il carattere e la grinta dei nostri piloti che domani sapranno riscattarsi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *