L’assessore regionale Marconi lancia due proposte: “Conferenza dei servizi e 600mila euro per i minorenni stranieri”

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page
L'assessore regionale Luca Marconi

Con queste proposte l’assessore regionale all’emigrazione e immigrazione Luca Marconi ha strappato l’applauso più forte della platea del cortile del palazzo comunale di Macerata, che ha ospitato l’incontro formativo del Gus, Gruppo Umana Solidarietà “G. Puletti”, sul tema delle migrazioni forzate: “Bilancio di un anno di Emergenza Nord Africa”, in occasione della giornata mondiale del rifugiato 2012. “Una giornata che ci invita a riflettere sui diritti di ragazze e ragazzi che non hanno deliberatamente scelto di emigrare, ma che sono stati costretti da persecuzioni politiche, religiose, o per motivi sessuali”, ha detto in apertura il presidente del Gus Paolo Bernabucci, il quale ha ricordato che, “proprio ieri sette di questi ragazzi sono morti nel tentativo di raggiungere l’Italia”. Una notizia “che certamente non ha avuto la stessa risonanza del naufragio del Costa Concordia”, ha replicato l’assessore regionale Marconi, “e da questa differenza capiamo con l’amaro in bocca che le morti in questo Paese non sono tutte uguali”.

Marconi dopo un rapido excursus storico sulla condizione e i diritti dei rifugiati, ha ricordato l’impegno della Regione Marche, “in particolare in questo difficile anno, anche grazie all’esperienza del privato sociale maturata dal Gus, che ci ha permesso di affrontare l’emergenza con grande efficacia”. Poi le due proposte, “faremo a breve una Conferenza dei servizi ad hoc sull’emergenza in Nord Africa, per mettere insieme tutte le esperienze e tutte le criticità affrontate dai soggetti protagonisti. In attesa che dal Governo decidano di sbloccare quella che è diventata una situazione di stallo, e di capire se questi ragazzi possono fermarsi nel nostro paese, oppure se dobbiamo farli rientrare in patria”. Nel frattempo, “la Regione Marche ha deliberato nuovi criteri per l’accoglienza di minorenni stranieri non accompagnati prevedendo uno stanziamento in più di 600 mila euro proprio per coprire almeno il 40% dei costi affrontati dai Comuni”.

Grande soddisfazione è stata espressa dall’assessore allo sviluppo e cooperazione del comune di Macerata, Enzo Valentini, secondo il quale “il fatto che questa situazione di emergenza si protragga per oltre un anno dimostra che c’è qualcosa che non va”. All’incontro formativo hanno partecipato anche Diego Baleani, Operatore sociale del Gus, che ha sottolineato i molti aspetti positivi della gestione dei richiedenti asilo in questo anno, e l’avvocato Giacomo Piergentili, consulente legale Gus, che si è soffermato sull’aspetto giuridico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *