BIM per la scuola: Monteprandone sugli allori

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Di Paride Travaglini

MONTEPRANDONE – Stimolare i bambini ad un approccio critico verso i cibi e i relativi messaggi mediatici, conoscendo la storia degli alimenti tradizionalmente più utilizzati, i principi nutritivi degli stessi e promuovere un corretto stile di vita. È stato assegnato giovedì 7 giugno, alla classe 5a B della scuola primaria di Centobuchi, il premio per l’originalità relativo al concorso “Dall’orto al carrello” organizzato dal BIM (Bacino Imbrifero Montano del Tronto).
Un’esperienza originale attraverso la quale i piccoli allievi hanno avuto modo di approfondire, grazie al supporto della professoressa Marinella Stagno, la composizione di una varia, sana e corretta alimentazione atta a valorizzare la stagionalità, la produzione locale, i piatti tipici e il biologico.

“Dall’orto al carrello è un concorso grazie al quale abbiamo assegnato agli alunni della classe 5a B un premio di duemilacento euro – ha affermato il Presidente del BIM Luigi Contisciani – il Bacino Imbrifero raggruppa ben 17 Comuni e anche quest’anno ha voluto investire nella scuola auspicando nel progresso della stessa”.

“I ragazzi erano molto incuriositi e hanno fatto esperienza diretta sia nell’orticello della scuola che al supermercato- ha aggiunto la dirigente dell’istituto Stefania Marini – ognuno di loro è stato educato alla diversità del gusto e ad assumere un atteggiamento positivo nei confronti del cibo. Un lavoro ben svolto dalla professoressa Stagno che è stata paziente e accattivante”. Presenti alla premiazione anche il Sindaco Stefano Stracci e Monica Cameli, Consigliere del BIM nonché cittadina monteprandonese.

Il giorno dopo inoltre, presso il Teatro Ventidio Basso di Ascoli, il BIM ha assegnato ben 10 borse di studio ad altrettanti studenti delle scuole superiori residenti nel comune di Monteprandone. Questi i nomi dei ragazzi premiati dal Sindaco Stracci: Chiara Antonini, Grecia Aufiero, Linda Ceroni, Kevin De Simone, Melania Manfrini, Davide Marozzi, Eric Jason Notts, Silvia Tassotti, Ilenia Traini e Caterina Palmarini.

“Desidero ringraziare – ha dichiarato il Consigliere del BIM Monica Cameli – il Presidente del BIM, Luigi Contisciani, per l’entusiasmo contagioso con cui promuove tali iniziative.
Due progetti – concorso destinati alle scuole primarie, un concorso aperto alle scuole secondarie di II grado della Provincia di Ascoli Piceno in collaborazione con Confindustria Ascoli Piceno, 93 borse di studio agli studenti meritevoli delle scuole secondarie di II grado e 4 premi per tesi di laurea in materia di cultura ed energie rinnovabili: questo l’impegno del BIM che anche quest’anno ha deciso di utilizzare parte delle proprie risorse finanziarie a favore degli Istituti scolastici. Una scelta coraggiosa, volta ad investire sui giovani e sulla promozione della cultura”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *