Ripartono i parcheggi a pagamento: 110 contravvenzioni in un weekend

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Nel fine settimana del 2 e 3 giugno sono state registrate ben 110 contravvenzioni per mancata esposizione del tagliando indicante il periodo di sosta autorizzato. Un risultato “positivo”, se si considera che i posti auto a pagamento dal 1° giugno scorso sul lungomare e nelle vie limitrofe sono complessivamente 2500 di cui circa 1100 di nuova istituzione(rispetto ai 900 stimati inizialmente sulla carta, dalla suddivisione degli spazi lungo le strade interessate se ne sono ricavati circa 200 in più).

Il Lungomare di San Benedetto del Tronto
Il Lungomare di San Benedetto del Tronto

Poiché ogni posto auto verosimilmente viene occupato da più autovetture nell’arco di una giornata, anche se non tutti i parcheggi sono stati utilizzati appieno, è lecito desumere che gli automezzi che hanno sostato nel fine settimana negli spazi blu dell’area turistica cittadina sono stati oltre 5.000.
Coloro che sono stati sanzionati rappresentano dunque circa il 2% del totale, a cui devono aggiungersi i 30 automobilisti che sono stati avvisati che il loro tagliando era scaduto e che quindi potranno regolarizzare la loro posizione versando presso la sede di Azienda Multiservizi spa (parcheggio Stazione ferroviaria) la differenza tra quanto dovuto e quanto versato.

Va considerato che, nelle scorse settimane, l’Azienda Multiservizi ha rilasciato circa 1300 permessi per residenti o proprietari di immobili nelle zone interessate dal provvedimento e che sono tantissimi i turisti che assumono informazioni prima ancora di giungere in città telefonando o consultando il sito del Comune dove sono riportate tutte le condizioni per usufruire di abbonamenti.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *