Intesa regionale “pro” turismo

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Garantire l’accesso al credito in modo sicuro e agevolato alle imprese turistiche marchigiane. E’ per rispondere a questa esigenza molto sentita che è stato firmato oggi un protocollo d’intesa tra la Regione Marche, le principali banche operanti sul territorio, le associazioni di categoria (Confcommercio Marche, Confesercenti Marche, Confindustria Marche) degli operatori turistici, le cooperative e consorzi fidi (FI.M.CO.ST., Ascomfidi Ascoli Piceno, Coturfidi G. Monti, Ascomfidi Ancona, Confidi Ancona, Confidi del Fermano, Confidi Macerata).

“Dare un aiuto concreto alle imprese turistiche – ha detto il presidente della Regione Marche, Gian Mario Spacca, che ha sottoscritto il documento – diventa un’assoluta priorità. Il sistema creditizio deve concorrere al superamento delle attuali emergenze con un atteggiamento solidale e con un approccio flessibile e di fiducia rispetto all’economia reale.”

Gli istituti di credito coinvolti (Banca delle Marche, Banca dell’Adriatico, Federazione marchigiana Banche di Credito Cooperativo, UBI Banca Popolare di Ancona, Monte dei Paschi di Siena, BNL, Unicredit) metteranno a disposizione delle piccole e medie imprese turistiche della regione un plafond complessivo di 270 milioni di euro per la concessione dei finanziamenti.

Nelle Marche la crisi economica ha fin qui attenuato l’impatto nel settore del turismo. Anzi, il comparto ha registrato nel 2011, livelli di crescita significativi. La piccola impresa operante nell’ambito delle strutture ricettive, alberghiere, in particolare, ha tuttavia necessità di accedere al credito non solo per avviare gli interventi di ammodernamento ma anche per garantire le attività di esercizio delle stesse imprese.

Tre, in particolare, gli obiettivi: sostegno alle Cooperative e Consorzi fidi, attraverso forme di capitalizzazione, in modo da intervenire a sostegno delle operazioni creditizie con sempre maggiori fattori di criticità; contributi in conto capitale alle imprese turistiche per la realizzazione di piccoli progetti sulla qualità, sostenibilità, accessibilità e innovazione tecnologica delle strutture ricettive; realizzare forme di collaborazione con le Banche  per un accesso al credito garantito e sicuro.

Quest’ultimo punto è l’oggetto dell’intesa firmata oggi con cui si renderanno disponibili finanziamenti che serviranno alla realizzazione di investimenti per lo sviluppo, il rinnovo e la riqualificazione delle strutture ricettive e dell’offerta turistica anche in chiave di marketing; per investimenti materiali (acquisto, costruzione, ristrutturazione, ampliamento immobili, miglioramento impianti e struttura, adeguamento a normative sulla sicurezza e la certificazione, ottenimento delle certificazioni di qualità); per la promozione dell’innovazione organizzativa, gestionale, produttiva e tecnologica, e del riposizionamento strategico e commerciale; per perseguire la tutela ambientale e il risparmio energetico, la certificazione di qualità, la tutela del marchio e del Made in Italy, la sicurezza e la salute dei lavoratori sui luoghi di lavoro, per  la liquidità aziendale e il riequilibrio finanziario e per supportare la ricapitalizzazione aziendale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *