Ammoniaca in via Foscolo, emergenza risolta.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page
GROTTAMMARE- strade riaperte in Via U. Foscolo, l’emergenza è passata e finalmente si ritorna alla normalità. E’ durata 15 ore ” l’odissea” della vecchia struttura adibita a  cella frigorifera appartenuta alla famiglia D’Addazio. 36 le persone evaquate rientrate a casa solo dopo le 5 del mattino e i numerosi negozi hanno ripreso a lavorare dopo il fermo forzato.

E’ stato un lungo e delicato lavoro di bonifica quello dei Vigili del fuoco del NBCR (Nucleo Batteriologico Chimico Radiologico)del comando provinciale di Ascoli Piceno, del comando regionale di Ancona e alcune unità dal comando provinciale di Macerata, un operazione svolta con successo e apprezzata dalla cittadinanza che però non ha placato le polemiche rivolte all’amministrazione comunale, in particolar modo nella persona del sindaco Luigi Merli , chiamato a rispondere del perché si trovassero ancora li alcuni residui sostanze tossiche, nonostante l’area fosse stata bonificata da tempo.

Tra i vari esercizi commerciali della zona, abbiamo intervistato la giovane  titolare della parrucchieria Mod’Art, Marika Sprecacè che ci ha raccontato la sua personale esperienza all’interno di questa vicenda.  La giovane parrucchiera afferma di non essersi accorta immediatamente di ciò che stesse accadendo oltre la vetrina del suo negozio, in quanto  molto impegnata e concentrata nel suo lavoro. “…Solo dopo qualche tempo, ho notato che stava succedendo qualcosa, sono uscita e ho subito avvertito un forte e nauseabondo puzzo di ammoniaca, sono rientata per informare e rassicurare le mie clienti, ma dopo qualche minuto è arrivato un agente dei Vigili del Fuoco che mi ha invitato a chiudere il negozio perché c’era stata una fuoriuscita di ammoniaca…”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *