Acquaviva Picena e Ripatransone sventolano Bandiera Arancione

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

REGIONE MARCHE – A fare gli onori di casa per l’edizione 2012 dei paesi della Bandiera Arancione, sarà dunque San Ginesio, splendido borgo medievale marchigiano che, oltre ad ospitare rappresentanti di decine di Comuni italiani provenienti da tutta la Penisola, avrà l’onore di accogliere anche le realtà economiche delle reti di borghi e città di eccellenza.
 Saranno infatti più di 100 gli stand con prodotti e immagini provenienti dall’Italia per narrare la bellezza e il fascino di realtà territoriali che sono rimaste nascoste e che vale la pena di scoprire.
“Il Comune di San Ginesio – ha detto il sindaco – dopo l’esperienza maturata nel 2010 con l’organizzazione del 5° Festival Nazionale e 1° Internazionale dei ‘Borghi più belli d’Italia’, si appresta ad ospitare un altro evento di livello nazionale e si erge a testimonial di tutte quelle eccellenze presenti nei Comuni minori della provincia di Macerata e delle Marche”.
Tre giorni per farsi conoscere e far conoscere le bellezze e le peculiarità di veri e propri gioielli urbani. Il programma prevede sfilate di gruppi storici, eventi culturali e musicali, mostre d’arte, visite guidate, convegni, tra cui, da segnalare, quello sulla valorizzazione dei borghi storici certificati nella regione Adriatica, che si svolgerà sabato 9 giugno, alle ore 17.30, al Teatro Comunale “Leopardi”, e che è presentato nell’ambito del progetto IPA Adristorical Lands (partners Italia, Croazia, Bosnia Herzegovina, Albania, Montenegro, Slovenia).
“E’ una grande opportunità per la Regione Marche – ha continuato Spacca – per trasmettere all’esterno quel messaggio di autenticità, qualità, laboriosità, capacità di organizzazione, che contraddistinguono il nostro territorio e la nostra comunità. Il borgo di San Ginesio dovrà pertanto offrire ed offrirsi come uno spaccato della marchigianità nota nel mondo e per riuscire nell’obiettivo sarà necessaria la partecipazione attiva di tutti i soggetti, pubblici e privati, che lavorano per garantire l’ottima riuscita di questo evento”.
La Bandiera arancione è uno degli strumenti con cui il Touring garantisce ai turisti qualità e accoglienza e alle località uno strumento di valorizzazione e lo stimolo per la crescita sociale ed economica attraverso lo sviluppo sostenibile del turismo.
Sono 17 nelle Marche i Comuni con Bandiera arancione: Gradara (PU); Mercatello sul Metauro  (PU); Mondavio (PU); Corinaldo (AN); Genga (AN); Ostra (AN); Staffolo (AN); Camerino (MC); Montecassiano (MC); Montelupone (MC); Pievebovigliana (MC); San Ginesio (MC); Sarnano (MC); Urbisaglia (MC); Monterubbiano (FM); Acquaviva Picena (AP); Ripatransone (AP).
“L’auspicio – ha concluso Spacca – è che oltre ai 17 già riconosciuti, anche altri Comuni marchigiani entrino a far parte di questo ‘club’, a testimonianza della crescita qualitativa del nostro territorio. Così investiamo per il futuro e anche se in questa fase di crisi per ottenere dei risultati occorrerà aspettare, è importante porre le basi per il rilancio fin da ora”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *