Rubate le ostie nel tabernacolo della Gran Madre di Dio

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Chiesa Gran Madre di Dio -Grottammare-

GROTTAMMARE – “Gesù ci insegna a donare la vita, anche questa notte ha prestato il Suo dorso ai flaggellatori e ai suoi aguzzini per risorgere ancora…così Lui sarà con noi fino alla fine. Il Vivente sempre si dona e sempre Vince!” con queste parole don Andrea Spinozzi, parroco della parrocchia Gran Madre di Dio ha voluto descrivere il brutto episodio avvenuto nella sua Chiesa qualche giorno fa. Si tratterebbe di un vero e proprio atto di profanazione ai danni della chiesa Gran Madre di Dio a Grottammare.
Ancora scosso don Andrea e tutti i suoi parrocchiani che nella notte tra il 22 e il 23 maggio hanno appreso la notizia del vile atto compiuto nella tranquilla comunità della periferia grottammarese.

Tornando da una visita pastorale, don Andrea ha trovato davanti a se una insolita scena, alcune tavole erano appoggiate su una delle finestre della cappellina che affacciano sul cortile parrocchiale e la finestra era spalancata. E’ stato immediatamente lanciato l’allarme, ma ormai non c’era traccia del “profanatore”.
Dopo lo sconcerto e lo sgomento, non si sono fatte attendere le prime reazioni , a cominciare dal presbitero che dopo essersi rivolto alle forze dell’ordine per denunciare lo spiacevole fatto, ha prontamente risposto chiamando in raccoglimento e in preghiera la comunità organizzando una veglia di riparazione. L’adorazione, iniziata nel tardo pomeriggio di mercoledì 23 maggio, si è conclusa con la S. Messa del sabato alle 19:00.
Questa veglia ha visto coinvolte tutte le realtà parrocchiali, dall’Oratorio, l’AGESCI, i Ministranti, ai vari gruppi del catechismo ma anche numerose persone, raccolte anch’esse per pregare insieme.
Ricordiamo a tutti che giovedì 31 maggio alle ore 21.15 circa, si terrà la Solenne Messa di riparazione presieduta da S.E.R. Mons. Gervasio Gestori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *