San Benedetto: Aumenta il prezzo delle strisce blu, colpo di grazia al turismo?

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page
Il Lungomare di San Benedetto del Tronto
Il Lungomare di San Benedetto del Tronto
Più volte gli assessori del comune di San Benedetto del Tronto hanno parlato del turismo come ancora di salvezza per l’economia locale. Si cerca in tutti i modi di attrarre in città un vasto target di turisti attraverso tante iniziative culturali e gastronomiche. Eppure in un periodo in cui non si fa altro che parlare di crisi e di grosse percentuali di turisti che trascorreranno le vacanze all’insegna del risparmio, l’amministrazione comunale decide di varare ben due aumenti. Il primo è la Tassa di Soggiorno e il secondo è quello di cui ci occupiamo oggi, l’aumento dei costi per parcheggiare sulle tanto temute strisce blu.

I parcheggi a pagamento scatteranno, come di consueto, a partire dal 1^ giugno fino al 31^ agosto e saranno validi 7 giorni su 7. Riguardo gli aumenti, il ticket orario costerà 75 cent rispetto ai 50 dell’anno precedente mentre il giornaliero costerà 7,50 euro, 2,50€ in più in confronto al 2011. Non si salva dai rincari neanche il ticket denominato “grattino”, che ha una valenza fino a 5 ore, il quale costerà 3 euro invece che 2. Invariati invece i prezzi degli abbonamenti settimanali, mensili e stagionali che costeranno rispettivamente 25, 90 e 200 euro. Intatta anche la tariffa stagionale per i residenti che costerà 30 euro. Infine è stato anche previsto un particolare abbonamento stagionale per i titolari di attività commerciali e strutture ricettive interessate dalle linee blu, esso costerà 100 euro, prezzo che scenderà di ben 50 euro, se i titolari in questione accetteranno di vendere ticket per il parcheggio.

Come se non bastassero i rincari, l’amministrazione comunale fa sapere che sono state preparate anche ben 900 nuove zone blu, nelle quali scatterà l’obbligo del ticket. In conclusione mi permetto una piccola riflessione personale: in un periodo di grande incertezza e ristrettezza economica come questo, dove il turismo ricercato è sempre più breve e meno caro possibile, sarà stata la mossa giusta inserire anche questi nuovi aumenti? Non sarebbe stato meglio aumentare leggermente il prezzo degli abbonamenti (mensili e stagionali) e diminuire quelli giornalieri? Forse sono solo piccoli dettagli, però si sa a volte anche le piccole cose possono fare la differenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *